DL Sostegni bis. Ultime ore per disegnare gli aiuti per auto e centri commerciali

Pubblicato il


DL Sostegni bis. Ultime ore per disegnare gli aiuti per auto e centri commerciali

Il testo di conversione del Decreto Sostegni bis è in commissione Bilancio della Camera e i lavori sono incentrati sulla limatura dei numerosi emendamenti presentati. Il voto in Commissione è previsto per il 9 luglio, venerdì.

Il testo della legge accoglierà i contenuti del DL n. 99/2021 emanato per fissare misure per lo sblocco dei licenziamenti, la nuova proroga per il fermo delle cartelle esattoriali e la sospensione del Cashback.

Aiuti ai centri commerciali

Insieme alla proroga del bonus affitto negozi, un emendamento prevede l’inserimento di un credito d’imposta sugli affitti per i centri commerciali. L’aiuto sarà a favore degli esercizi che nel 2019 registravano ricavi superiori a 15 milioni di euro, per gli affitti versati nei primi cinque mesi del 2021. Il calo di fatturato deve assestarsi almeno al 30% nel periodo 1° aprile 2020 e 31 marzo 2021 rispetto al 1° aprile 2019 e il 31 marzo 2020.

Il bonus sarà del 40% per i canoni pagati dagli esercizi commerciali e del 20% per gli affitti d’azienda. Compresi anche coloro che hanno iniziato l’attività dopo il 1° gennaio 2019.

Acquisto veicoli ecologici

Rifinanziato con 300 milioni di euro il settore bonus veicoli ecologici.

Il riparto delle risorse prevede:

  • 50 milioni di euro per veicoli elettrici o ibridi (fascia 0-60 g/Km CO2);
  • 200 milioni di euro per veicoli Euro 6 diesel o benzina (fascia 61-135 g/Km CO2);
  • 50 milioni di euro per l’acquisto di veicoli commerciali, di cui 10 milioni destinati all’acquisto di veicoli completamente elettrici.

La discussione rimane aperta per la possibilità di finanziare anche l’acquisto di auto usate oltre a quelle nuove: è necessario, però, verificare la copertura finanziaria.

Esenzione Imu per proprietari con blocco degli sfratti

Dovrebbe essere certa l’esenzione dall’Imu 2021 per i proprietari di immobili che hanno avuto l’emissione di una convalida di sfratto per morosità ma che hanno subito lo stop dell’esecuzione a partire dal 28 febbraio 2020.

La misura prevede lo stop alla rata Imu di dicembre 2021 ed un credito d’imposta per quella versata a giugno. Istruzioni apposite saranno emanate con decreto Mef.

Versamenti partite Iva

Rimane da discutere la proroga al 30 settembre dei versamenti delle partite Iva per contribuenti Isa insieme al fatto di differire il pagamento delle rate della rottamazione delle cartelle in scadenza il 2 agosto e del saldo e stralcio fino a ottobre.

Si vuole evitare che i contribuenti sostengano in un’unica soluzione il peso di tutte le rate sospese.

Allegati