FdS bilaterale ormeggiatori e barcaioli

FdS bilaterale ormeggiatori e barcaioli

In data 18 aprile 2016 è stato emanato il Decreto interministeriale (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con quello dell'Economia e delle Finanze) n. 95440 del 18 aprile 2016 relativo al "Fondo di solidarietà bilaterale ormeggiatori e barcaioli dei porti italiani", in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Il Fondo è volto ad assicurare ai lavoratori del settore dei Gruppi ormeggiatori e barcaioli dei porti italiani, a prescindere dalla consistenza numerica dell’organico, una tutela in costanza di rapporto di lavoro nei casi di riduzione o sospensione dell’attività lavorativa per cause previste dalla normativa in materia d’integrazione salariale ordinaria o straordinaria.

Più nello specifico, il Fondo di solidarietà provvede all’erogazione dell’assegno ordinario a favore dei lavoratori, esclusi i dirigenti, interessati da riduzioni dell’orario di lavoro o da sospensione temporanea dell’attività lavorativa per le causali previste dalla normativa in materia di integrazione salariale ordinaria o straordinaria.

L’assegno ordinario:

  • richiede che la riduzione o sospensione dell’attività lavorativa sia dovuta ad una situazione di crisi del Gruppo;
  • è di importo pari alla prestazione di integrazione salariale, con i relativi massimali.

Chiarisce il D.I. n. 95440/16 che i Gruppi che fanno ricorso alla prestazione non possono in nessun caso coinvolgere più di 40 unità lavorative all’anno per un periodo non superiore a 80 giorni lavorativi ciascuno per un massimo di 3200 giorni di cassa integrazione complessivi annui e comunque nei limiti massimi di durata di cui all’articolo 30, D.Lgs. n. 148/2015.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 15 febbraio 2016 - Fondi di solidarietà bilaterali – Schiavone
LavoroPrevidenza