Fondo eccellenze, ristorazione e pasticceria: aiuti per apprendisti e macchinari

Pubblicato il



Fondo eccellenze, ristorazione e pasticceria: aiuti per apprendisti e macchinari
Parte dalle ore 10,00 del 1° marzo 2024 il click-day per il fondo perduto dei bandi “Eccellenze gastronomiche e agroalimentare” riservato a ristoranti, pasticcerie e gelaterie. Fino al 30 aprile si potranno inoltrare le domande per accedere ai fondi stanziati dal MASAF per sostenere l’acquisto di macchinari e attrezzature e agevolare l’assunzione di under 30 nei settori dell’enogastronomia, della ristorazione e della pasticceria italiana.

Fondo eccellenze gastronomiche e agroalimentari

Il 19 gennaio 2024 è stato presentato dal MASAF (Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste) il “Fondo di parte capitale per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano“, finalizzato a promuovere e sostenere le eccellenze della ristorazione e della pasticceria italiana, con dotazione finanziaria pari a complessivi 76 milioni di euro.

Il Fondo prevede due interventi:

  • 56 milioni per l'acquisto di macchinari professionali e di altri beni strumentali all'attività dell'impresa, nuovi di fabbrica, in favore di ristoranti, pasticcerie e gelaterie;
  • 20 milioni di euro per la misura dedicata ai "giovani apprendisti", rivolta ai diplomati under 30 nei servizi dell'enogastronomia e dell'ospitalità alberghiera.

Il Ministro dell’Agricoltura, Lollobrigida, intervenendo alla conferenza stampa per la presentazione del fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia nell'agroalimentare italiano, ha sottolineato come sia lavorato su uno stanziamento che l'ex ministro Patuanelli aveva lasciato come indirizzo. Queste risorse sono, ora messe a disposizione per l'agroalimentare, per garantire strumenti che possano mettere in condizione di produrre eccellenza e qualità.

Alla luce di ciò, sul sito istituzionale del MASAF sono stati pubblicati i decreti attuativi delle misure volte a promuovere e sostenere le eccellenze della ristorazione, della pasticceria e della gelateria italiane e a valorizzare il patrimonio agroalimentare e enogastronomico italiano.

  • Si tratta del decreto ministeriale n. 35986 del 24 gennaio 2024, attuativo del Decreto ministeriale n° 538507 del 21 ottobre 2022 recante la definizione dei criteri e delle modalità di utilizzazione del “Fondo di parte corrente per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano” MISURA "GIOVANI DIPLOMATI";
  • Del decreto ministeriale n. 35987 sempre del 24/01, di attuazione del Decreto ministeriale n° 297009 del 04 luglio 2022 recante i criteri e le modalità’ di utilizzazione del “Fondo di parte capitale per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano” MISURA "MACCHNARI E BENI STRUMENTALI".

I due provvedimenti attendono di essere pubblicati in Gazzetta Ufficiale.

Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare: giovani apprendisti  

Le procedure per l'utilizzazione del fondo a sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell'agroalimentare italiano sono contenute nel decreto Masaf del 24 gennaio 2024 n. 35986.

Il provvedimento è volto a promuovere e sostenere le imprese d'eccellenza nei settori della ristorazione e della pasticceria e a valorizzare il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano, prevedendo contributi alle imprese, a fronte della sottoscrizione di contratti d'apprendistato tra le stesse ed i giovani diplomati nei servizi dell'enogastronomia e dell'ospitalità alberghiera.

Lo stanziamento disponibile ammonta a 20 milioni di euro.

Beneficiari

I beneficiari sono le imprese di ristorazione con somministrazione (ateco 56.10.11), le pasticcerie e le gelaterie (ateco 56.10.30 e 10.71.20), con i seguenti requisiti alternativi:

  • Imprese iscritte come attive da almeno 10 anni al Registro delle Imprese, prendendo come riferimento il dato riportato nella visura camerale, oppure
  • Imprese che, nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del decreto (ovvero nel periodo temporale tra il 30 agosto 2021 e il 30 agosto 2022), hanno acquistato determinate tipologie di prodotti, ovvero: prodotti certificati DOP (Denominazione di Origine Protetta), IGP (Indicazione Geografica Protetta), SQNPI (Sistema di qualità nazionale di produzione integrata), SQNZ (Sistema di qualità nazionale zootecnica) e prodotti biologici. Per la ristorazione la quota stabilita è fissata al 25% degli acquisti totali, per la pasticceria e la gelateria al 5%.

I richiedenti inoltre devono essere iscritti presso INPS o INAIL e avere una posizione contributiva regolare, così come risultante dal documento unico di regolarità contributiva (DURC).

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese relative alla remunerazione lorda relativa all’inserimento nell’impresa, con contratto di apprendistato, di uno o più giovani diplomati nei servizi dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera.

I giovani diplomati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. aver conseguito un diploma di istruzione secondaria superiore presso un Istituto Professionale di Stato per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera (IPSEOA) da non oltre 5 anni dalla data di sottoscrizione del suddetto contratto di apprendistato;
  2. non aver compiuto, alla data di sottoscrizione del suddetto contratto di apprendistato, i trenta anni di età.

Ristorazione/pasticceria, tipologia di aiuti per i giovani apprendisti

Gli aiuti si sostanziano sotto forma di contributi in conto corrente non superiori al 70% delle spese totali ammissibili, con un tetto di 30.000 euro per singolo beneficiario. L'agevolazione è concessa nell'ambito del regolamento de minimis.

DOMANDE: Le domande di agevolazione, redatte in lingua italiana, devono essere presentate dai soggetti ammissibili, esclusivamente a mezzo della piattaforma informatica messa a disposizione nel sito internet del Soggetto gestore (www.invitalia.it), a partire dalle ore 10.00 del 01/03/2024 e fino alle ore 10.00 del 30/04/2024.

Una volta trasmessa la domanda il sistema rilascerà l’attestazione di avvenuta presentazione della domanda, riportante la data e l’ora di trasmissione della stessa. Solo in esito al rilascio di tale attestazione le domande di agevolazione si intenderanno correttamente trasmesse.

Le domande dovranno essere firmate digitalmente dal Rappresentante legale dell’impresa, pena l’improcedibilità delle stesse.

Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare: macchinari professionali

L’altro intervento ministeriale inerente al Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare è quello per l’acquisto di macchinari professionali e di altri beni strumentali durevoli innovativi, da effettuarsi dopo la presentazione della domanda, purché nuovi di fabbrica.

Per questo intervento è stata stabilita una dotazione finanziaria pari a complessivi 56 milioni di euro.

A valere sulle suddette risorse può essere concesso dal Ministero alle imprese un contributo in conto capitale non superiore:

a) al 70% delle spese totali ammissibili;

b) a 30.000,00 euro per singola impresa.

I soggetti beneficiari sono i medesimi:

  • imprese di ristorazione con somministrazione (ateco 56.10.11);
  • pasticcerie e gelaterie (ateco 56.10.30 e 10.71.20).

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di macchinari professionali e di beni strumentali all’attività dell’impresa, nuovi di fabbrica, organici e funzionali, acquistati alle normali condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l’impresa; i beni strumentali acquistati devono essere mantenuti nello stato patrimoniale dell’impresa per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo.

Non sono ammesse le spese sostenute prima della presentazione della domanda di contributo.

DOMANDA: Le agevolazioni sono concesse, nei limiti delle risorse finanziarie a disposizione, sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello.Lo sportello per le domande sarà aperto a partire dalle ore 10.00 del 01/03/2024 e fino alle ore 10.00 del 30/04/2024.

Le domande vanno inoltrate al soggetto gestore Invitalia, esclusivamente a mezzo della piattaforma informatica messa a disposizione sul sito internet istituzionale.

Ciascuna impresa può presentare una sola domanda di agevolazione a valere sulla Misura di cui al presente decreto.

Allegati

Ricevi GRATIS la nostra newsletter

Ogni giorno sarai aggiornato con le notizie più importanti, documenti originali, anteprime e anticipazioni, informazioni sui contratti e scadenze.

Richiedila subito