Il 2 aprile fa il pieno di scadenze

Pubblicato il



Tra le scadenze del 2 aprile 2013 troviamo quella per la regolarizzazione dell’iscrizione al Catasto dei “fabbricati fantasma”, dopo l’attribuzione della rendita presunta da parte dell’agenzia del Territorio, e quella per la comunicazione della lista degli esodati.

La domanda di aggiornamento della rendita deve essere presentata entro 120 giorni dalla pubblicazione (avvenuta in “Gazzetta Ufficiale” il 30 novembre 2012) degli elenchi degli immobili fantasma non ancora dichiarati al catasto (Dl n. 16/2012). La scadenza del 30 marzo è spostata al 2 aprile per le festività. I ritardatari saranno soggetti a sanzioni da 2.000 a 8.000 euro.

Anche la comunicazione al ministero del Lavoro dell’elenco degli esodati da parte delle imprese slitta dal 31 marzo al 2 aprile, causa festività. Si tratta della seconda tranche, di 55mila esodati, dei lavoratori ammessi alla salvaguardia dalla riforma Fornero. La lista, spedita online con file excel, predisposto dal Ministero alll’indirizzo accordigovernativi4000salvaguardati@lavoro.gov.it, deve comprendere i lavoratori licenziati al 31 dicembre 2012 e quelli licenziati o da licenziare entro fine 2013 (Dm 8 ottobre 2012).
Allegati Links