Il 6 luglio appuntamento con i contributi per artigiani, commercianti e liberi professionisti

Pubblicato il


Con la circolare n. 84 del 13 giugno 2011, l’Inps fornisce il quadro degli adempimenti circa la “Riscossione 2011 dei contributi dovuti dagli iscritti alle gestioni artigiani e commercianti sulla quota di reddito eccedente il minimale e dai liberi professionisti iscritti alla gestione separata di cui all’art. 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995 n. 335”.

Nella circolare si ricorda che - ex lege 112/2002 - i contributi dovuti sulla quota di reddito eccedente il minimale devono essere versati alle scadenze previste per il pagamento delle imposte sui redditi. Con il saldo sarà versato anche l’acconto relativo ai redditi del 2011. Le scadenze fiscali 2011 hanno subito lo slittamento dal 16 giugno 2011 per il saldo 2010 ed il primo acconto 2011 al 6 luglio 2011, senza alcun pagamento aggiuntivo.

Ciò vale per le persone fisiche e per gli interessati dagli studi di settore.

Il D.P.C.M. 12 maggio 2011, provvedimento della proroga, prevede anche la possibilità di effettuare i versamenti dal 7 luglio al 5 agosto 2011, versando una maggiorazione per interessi, pari allo 0,40% (maggiorazione che deve essere versata separatamente dai contributi utilizzando la causale contributo "API" artigiani, o "CPI" commercianti e la codeline Inps utilizzata per il versamento del relativo contributo, oppure con la causale contributo DPPI nel caso dei liberi professionisti).

Nella circolare sono richiamate anche le novità di Unico PF 2011, riguardo al reddito imponibile dei liberi professionisti da sottoporre a contribuzione. Ai fini del calcolo dei contributi per il 2010, artigiani e commercianti devono compilare la sezione I del quadro RR del modello Unico 2011 PF e i liberi professionisti iscritti alla gestione separata la sezione II.
Allegati Links Anche in
  • ItaliaOggi, p. 36 - Autonomi alla cassa entro il 6 luglio - Leonardi