Importi 2021 confermati per le prestazioni economiche per danno biologico

Pubblicato il


Importi 2021 confermati per le prestazioni economiche per danno biologico

La legge di stabilità 2016 ha previsto la rivalutazione annuale delle prestazioni economiche erogate dall’Inail, a titolo di indennizzo del danno biologico causato da infortunio sul lavoro o malattia professionale.

La rivalutazione annuale degli importi - con decorrenza dal 1° luglio di ciascun anno - avviene sulla base della variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati accertata dall’Istituto Nazionale di statistica rispetto al precedente anno.

A tal proposito, l’Inail, con circolare 24 novembre 2021, n. 33, rende noto che - a decorrere dal 1° luglio 2021 - sono stati rivalutati gli importi degli indennizzi per danno biologico.

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, con decreto 23 settembre 2021, n. 187, ha confermato che gli importi a titolo di indennizzo con decorrenza dal 1° luglio 2021, restano invariati rispetto a quelli dell’anno precedente.

Nello specifico, l’importo è rimasto identico in quanto la variazione dell’indice dei prezzi al consumo intervenuta nel 2020, in confronto al 2019, è stata di segno negativo (-0,3%).

Per la suddetta fattispecie opera la salvaguardia prevista dall’art. 1, comma 287, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, la quale stabilisce che - con riferimento alle prestazioni previdenziali e assistenziali - la percentuale di adeguamento non può mai essere inferiore a zero.

Allegati