La riforma forense è illiberale

Pubblicato il



Giuseppe Lupoi, presidente del Coordinamento libere associazioni professionali, manifesta il proprio dissenso nei confronti del testo di riforma della professione forense predisposto dall'avvocatura che, proponendo l'estensione delle attività riservate alla consulenza legale e all'attività stragiudiziale, andrebbe contro l'interesse pubblico e le indicazioni comunitarie. Non solo. Anche le misure che reintroducono i minimi tariffari e che complicano l'accesso concorrerebbero a far prevalere la conservazione a danno dell'innovazione.
Allegati