Lavoro nella legge di bilancio 2017

Pubblicato il

In questo articolo:


Lavoro nella legge di bilancio 2017

Con news del 29 novembre 2016 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha comunicato che il 28 novembre 2016 la Camera dei Deputati ha approvato la Legge di bilancio 2017.

Le aree d'intervento d’interesse del Ministero sono:

  • pensioni;

  • lavoro;

  • politiche sociali;

  • giovani.

Pensioni

In materia di pensioni tra le novità si segnala:

  • l’introduzione della 14 mensilità nelle pensioni minime;

  • la flessibilità in uscita per i lavoratori che, a partire da 63 anni, desiderino andare in pensione;

  • l'estensione dell'Opzione Donna;

  • il cumulo gratuito dei periodi assicurativi esteso anche agli iscritti alle casse professionali privatizzate.

Lavoro

Per quanto concerne le politiche sul lavoro spicca:

  • l'abbassamento del 25% dell'aliquota contributiva per lavoratori autonomi, titolari di partita IVA e iscritti alla Gestione Separata;

  • la proroga dei benefici contributivi per le assunzioni con il contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma;

  • l'incremento di 15 milioni di euro annui del finanziamento per la riduzione dei contributi per i contratti di solidarietà.

Giovani

Evidenzia, inoltre, la news ministeriale che è stato approvato l'esonero per 36 mesi, fino a un massimo di 3.250 € annui, dei contributi dovuti dai datori di lavoro per le assunzioni a tempo indeterminato (anche in apprendistato), effettuate nel 2017 e 2018, di studenti che hanno svolto attività di alternanza scuola-lavoro presso le aziende che li assumono.

Anche in
  • eDotto.com – Edicola del 28 novembre 2016 - DDL bilancio 2017 Premi produttività – Schiavone