Macchinari innovativi 2018, dal MiSE nove mesi in più per utlimare gli investimenti

Pubblicato il


Macchinari innovativi 2018, dal MiSE nove mesi in più per utlimare gli investimenti

Pubblicato il decreto ministeriale del 28 aprile 2021 con il quale il Ministero dello sviluppo economico estende di ulteriori 9 mesi il termine, di cui all’articolo 5, comma 6, lettera e), del decreto ministeriale 9 marzo 2018, per l’ultimazione dei programmi di investimento da parte dei soggetti beneficiari.

Si tratta del bando Macchinari innovativi 2018, l’agevolazione messa a disposizione con l’obiettivo di sostenere la realizzazione, nelle Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), di programmi di investimento diretti a consentire la transizione del settore manifatturiero verso la cosiddetta “Fabbrica intelligente”.

La dotazione finanziaria complessiva dello strumento, come modificata dal DM 21 maggio 2018, è pari a euro 341.494.000,00.

Sono ammessi tutti i settori manifatturieri di cui alla sezione C della classificazione delle attività economiche ATECO 2007, ad eccezione delle attività connesse ai seguenti settori:

  • siderurgia;

  • estrazione del carbone;

  • costruzione navale;

  • fabbricazione delle fibre sintetiche;

  • trasporti e relative infrastrutture;

  • produzione e distribuzione di energia, nonché delle relative infrastrutture.

I programmi di investimento ammissibili devono:

  • prevedere spese non inferiori a euro 500.000,00 e non superiori a euro 3.000.000,00;

  • essere realizzati esclusivamente presso unità produttive localizzate nei territori delle Regioni meno sviluppate;

  • prevedere l’acquisizione dei sistemi e delle tecnologie riconducibili all’area tematica “Fabbrica intelligente” della Strategia nazionale di specializzazione intelligente, come elencati negli allegati alla normativa di riferimento.

I beni oggetto del programma di investimento devono essere nuovi e riferiti alle immobilizzazioni materiali e immateriali, che riguardano macchinari, impianti e attrezzature strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, nonché programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei predetti beni materiali.

Bando macchinari innovativi 2018, in cosa consistono le agevolazioni

Le agevolazioni sono concesse, nei limiti delle intensità massime di aiuto di Stato, nella forma del contributo in conto impianti e del finanziamento agevolato, per una percentuale nominale calcolata rispetto alle spese ammissibili pari al 75 %. Il finanziamento agevolato, che non è assistito da particolari forme di garanzia, deve essere restituito dall’impresa beneficiaria senza interessi in un periodo della durata massima di 7 anni a decorrere dalla data di erogazione dell’ultima quota a saldo delle agevolazioni.

Il mix di agevolazioni è articolato in relazione alla dimensione dell’impresa come segue:

  • per le imprese di micro e piccola dimensione, un contributo in conto impianti pari al 35 % e un finanziamento agevolato pari al 40 %;

  • per le imprese di media dimensione, un contributo in conto impianti pari al 25 % e un finanziamento agevolato pari al 50 %.

Lo sportello per il bando è stato chiuso nell’anno 2019, e le domande di agevolazione pervenute sono state ammesse alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico giornaliero di presentazione.

Il 7 luglio il Ministero comunica la pubblicazione del Dm con l’ulteriore proroga del termine per l’ultimazione dei programmi di investimento da parte dei soggetti beneficiari.

Allegati