Mod. 730/2019, online la bozza

Mod. 730/2019, online la bozza

Prende il via la stagione dei dichiarativi relativi all’anno d’imposta 2018. Infatti, il 3 gennaio scorso è stato pubblicato il mod. 730/2019 con le relative istruzioni, che è possibile consultare nella sezione “Modelli”. Si ricorda che il modello precompilato viene messo a disposizione del contribuente a partire dal 15 aprile 2019. Per accedervi, è necessario essere in possesso:

  • del codice Pin;
  • di un’identità SPID;
  • del Pin INPS;
  • oppure della Carta Nazionale dei Servizi.

Il 730 deve essere presentato entro il 23 luglio 2019 nel caso di presentazione diretta all’Agenzia delle Entrate o al Caf o al professionista. Mente la scadenza è posta al 7 luglio 2019 nel caso di presentazione al sostituto d’imposta. Entro il 2 maggio 2019, invece, vi è la possibilità per i contribuenti che utilizzano il mod. 730, di modificare, integrare, accettare o trasmettere la dichiarazione precompilata.

Di seguito, nel dettaglio, le novità che da quest’anno trovano spazio nel mod. 730/2019.

Mod. 730/2019, abbonamento trasporto pubblico

Innanzitutto, troviamo le novità riguardanti il bonus Irpef per gli abbonamenti del trasporto pubblico. Si ricorda che al fine di incentivare e agevolare l’utilizzo del trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, la Legge di Bilancio 2018 ha previsto una detrazione Irpef del 19% delle spese sostenute per abbonamenti per un importo non superiore a 250 euro, che, entro il suddetto limite, spetta anche per le spese sostenute per i familiari fiscalmente a carico.

Mod. 730/2019, bonus casa

Altra novità, derivante sempre dalla Legge di Bilancio 2018, riguarda il bonus casa. In particolare, è stata introdotta:

  • la detrazione del 19% riguardante premi per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi stipulati per unità immobiliari a uso abitativo;
  • la detrazione del 36% delle spese sostenute, nel limite massimo di 5mila euro, per interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, per gli impianti di irrigazione e per la realizzazione di pozzi e di coperture a verde e di giardini pensili (“bonus verde”);
  • la detrazione maggiorata per gli interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3 finalizzati contemporaneamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica, spettante nella misura dell’80%, se ne consegue il passaggio a una classe di rischio inferiore, ovvero dell’85%, se il passaggio è a due classi di rischio inferiori.

Mod. 730/2019, studenti con diagnosi di Dsa

Altra detrazione introdotta concerne gli studenti con diagnosi di DSA, ossia affetti da “Disturbi Specifici dell’Apprendimento”. A tal proposito, la Legge di Bilancio 2018 ha introdotto una detrazione Irpef del 19% per le spese sostenute per l’acquisto di strumenti e sussidi tecnici e informatici necessari all’apprendimento nonché per l’utilizzo di strumenti che favoriscono la comunicazione verbale e assicurano una gradualità di apprendimento delle lingue straniere.

La detrazione spetta fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado alle persone alle quali è stato diagnosticato uno dei disturbi specifici dell’apprendimento, sia che si tratti di minori che di maggiorenni e può essere usufruita anche per le spese sostenute nell’interesse dei familiari a carico.

Mod. 730/2019, erogazioni solidali

Infine, tra le novità è possibile citare anche l’aumento delle detrazione per le erogazioni liberali in favore di Onlus e associazioni di promozione sociale (30%) e quelle in favore delle organizzazioni di volontariato (35%).

 

 

Allegati

FiscoDichiarazioniModelli di dichiarazione e di versamentoModello 730
festival del lavoro