Prescrizione dei crediti dalla cessazione del rapporto di lavoro

Pubblicato il



Prescrizione dei crediti dalla cessazione del rapporto di lavoro

Con sentenza n. 30957 del 20 ottobre 2022, la Corte di cassazione, Sezione Lavoro, è tornata a pronunciarsi sul dies a quo di decorrenza della prescrizione dei diritti del lavoratore a seguito delle modifiche introdotte con la Legge Fornero e il Jobs act.

In tale occasione, gli Ermellini hanno ribadito l'importante principio già enunciato con la recente pronuncia di legittimità n. 26246/2022: il termine prescrizionale inizia a decorrere dalla fine del rapporto di lavoro.

NOTA BENE: Per tutti i diritti che non siano prescritti al momento di entrata in vigore della Legge Fornero (n. 92/2012), il termine di prescrizione decorre, a norma del combinato disposto degli articoli 2948, n. 4 e 2935 del Codice civile, dalla cessazione del rapporto di lavoro.

Il rapporto di lavoro a tempo indeterminato, infatti, per come modulato per effetto della Legge Fornero e del Jobs act, non è assistito da un regime di stabilità, "mancando dei presupposti di predeterminazione certa delle fattispecie di risoluzione e di una loro tutela adeguata, ".

A tale interpretazione si è conformato, di recente, anche l'INL con nota n. 1959/2022 con cui ha comunicato che il dies a quo del termine di prescrizione inizia a decorrere solo dalla cessazione del rapporto di lavoro.

Allegati