Regolamento di condominio vieta attività alberghiera? B&B ammesso

Regolamento di condominio vieta attività alberghiera? B&B ammesso

Secondo il Tribunale di Milano, l’attività di messa a disposizione di “case vacanza e “B&B” non può essere impedita in virtù di un regolamento condominiale che espressamente vieti di destinare i locali di proprietà privata o comune ad uso di alberghi, pensioni e simili.

L’attività di case vacanza e B&B non rientra, infatti, negli usi appena descritti come espressamente vietati.

Difatti, l'attività esercitata non può essere assimilata a quella alberghiera, posta l'assenza di servizi quali il cambio biancheria, il riordino e la pulizia giornaliera dei locali, la consegna delle chiavi per l'intera durata del soggiorno, unitamente alla mancanza di somministrazione di cibi e bevande.

E’ quanto concluso dal Tribunale ordinario di Milano, con sentenza n. 11275 depositata l’8 novembre 2018.

Allegati

DirittoDiritto CivileObbligazioni e contrattiBeni e diritti reali