Ripartono gli incentivi per assumere i disabili

Pubblicato il



Ripartono gli incentivi per assumere i disabili

Con Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, emanato di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze in data 29 settembre 2017, sono stati stanziati 58 milioni di euro per fruire degli incentivi per l’assunzione di disabili.

SI rammenta, a tal proposito, che, ai sensi dell’art. 13, Legge n. 68/1999, ai datori di lavoro è concesso a domanda un incentivo:

  • per un periodo di trentasei mesi, nella misura del 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per ogni lavoratore disabile assunto con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, che abbia una riduzione della capacità lavorativa superiore al 79% o minorazioni ascritte dalla prima alla terza categoria di cui alle tabelle annesse al testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra;
  • per un periodo di trentasei mesi, nella misura del 35% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per ogni lavoratore disabile assunto con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, che abbia una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% e il 79% o minorazioni ascritte dalla quarta alla sesta categoria di cui alle tabelle citate al punto precedente;
  • per un periodo di 60 mesi, nella misura del 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per ogni lavoratore con disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%, in caso di assunzione a tempo indeterminato o di assunzione a tempo determinato di durata non inferiore a dodici mesi e per tutta la durata del contratto.

I datori di lavoro possono fruire dell’incentivo previa domanda all’INPS, il quale, dal canto suo, deve confermare la disponibilità di risorse.

Ai fini della fruizione dei suddetti incentivi, con Decreto Interministeriale 16 marzo 2017 sono state attribuite all’INPS le risorse per le assunzioni relative all’anno 2017, ma con nota dell’8 maggio 2017 l’Istituto, considerato l’elevato ricorso all’incentivo pluriennale in questione, ha comunicato di non poter più autorizzare ulteriori fruizioni, anche tenendo conto delle risorse attribuitegli.

Adesso il Decreto Interministeriale 29 settembre 2017 ha trasferito all’INPS, per le assunzioni relative all’anno 2017, ulteriori 58 milioni di euro a valere sul Fondo per il diritto al lavoro dei disabili, in attuazione all'articolo 55 bis del D.L. n. 50/2017.

Allegati Anche in
  • eDotto.com – Edicola del 26 luglio 2017 – Disabilità e reinserimento: sostegno INAIL anche per le nuove assunzioni - Schiavone