Ruffini. Verso un’Anagrafe immobiliare integrata

Ruffini. Verso un’Anagrafe immobiliare integrata

Nell’ambito delle banche dati fiscali in campo immobiliare, l’Agenzia delle Entrate mira a creare un inventario completo e uniforme del patrimonio immobiliare italiano ossia l’anagrafe immobiliare integrata. La notizia è arrivata da Ernesto Maria Ruffini, direttore delle Entrate, intervenuto ieri in audizione presso la commissione bicamerale di vigilanza sull'anagrafe tributaria.

Per quanto riguarda il processo di implementazione delle banche dati fiscali in campo immobiliare, Ruffini sottolinea la volontà di arrivare alla loro reciproca integrazione e di compiere l’interazione con le banche dati non fiscali.

Le incoerenze ancora presenti negli attuali database dipendono da una serie di ragioni: la gestione separata del catasto terreni e del catasto fabbricati, la mancata corretta registrazione delle compravendite degli anni '60 e '70, l'abusivismo e i mancati accatastamenti. Per superare queste incoerenze ci si sta muovendo attraverso:

  • l’allineamento delle mappe del Catasto terreni con quelle del Catasto fabbricati;
  • l’implementazione e la gestione dell’Archivio dei fabbricati;
  • la bonifica delle superfici incoerenti, finalizzata a completare l’inventario del patrimonio immobiliare;
  • la bonifica degli indirizzi catastali per uniformarli a quelli certificati dai Comuni.

Anagrafe immobiliare integrata

Tale strumento sarà composto da due elementi:

  • un Sistema integrato del territorio (Sit), per la gestione delle informazioni oggettive degli immobili (classificazione, descrizione, valore fiscale, geo-localizzazione, eccetera);
  • un sistema informativo, l’Anagrafe dei titolari (Adt), in cui vengono rappresentate e qualificate le relazioni fra gli immobili e i soggetti titolari di diritti reali.

Successioni

Il nuovo modello telematico di dichiarazione di successione e domanda di volture catastali, introdotto nel 2017, sarà ampliato nel corso del 2018 con nuove funzionalità come l’inserimento nell’attestazione di un apposito codice a barre (GLIFO) per consentire ai soggetti ai quali verrà esibita di verificarne la conformità con la dichiarazione presentata dal contribuente.

Cassetto fiscale

Con riferimento all’azione di integrazione del sistema informativo dell’Agenzia delle Entrate con quello dell’ex Agenzia del Territorio, è stato reso disponibile ai cittadini sul “cassetto fiscale” una sezione di consultazione personale, che include visure catastali e ispezioni ipotecarie relative agli immobili di cui si ha la titolarità.

Links

Anche in

  • eDotto.com – Edicola 20 luglio 2017 - Attivo il servizio per la consultazione telematica della banca dati catastale – Pichirallo
FiscoCatastoImmobili