Sentenze penali senza frontiere

Pubblicato il



Con la decisione quadro 2008/675/Gai del 24 luglio 2008, le sentenze penali di condanna pronunciate da Stati membri dell'Ue, potranno incidere anche sui procedimenti penali interni di altri paesi. A partire dal 15 agosto 2010 (termine per il recepimento della decisione), gli Stati membri dovranno prevedere, nel proprio ordinamento, che le condanne pronunciate in un Paese Ue abbiano un effetto equivalente a quello attribuito alle pronunce nazionali sia sul piano processuale che sostanziale.
Anche in
  • Il Sole – 24 Ore, p. 23 – Sentenze penali senza frontiere – Castellaneta