Tax free shopping, obbligo fattura elettronica dal 1° settembre

Tax free shopping, obbligo fattura elettronica dal 1° settembre

Dal 1° settembre 2018 è in vigore l’obbligo della fatturazione elettronica per gli acquisti cosiddetti Tax free shopping (acquisti in esenzione IVA), secondo quanto disposto dal Decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2017 (art. 4-bis, D.L. n. 193/2016).

Tale norma dispone infatti che, a decorrere dal 1° gennaio 2018, le fatture relative alle cessioni di beni oggetto di esenzione dall'IVA ai sensi dell'art. 38-quater del Dpr n. 633/72 devono essere emesse in modalità elettronica.

Il termine per l’avvio dell’obbligo è stato rinviato al 1° settembre dalla Legge di Stabilità 2018 a causa della ritardata emanazione del provvedimento di attuazione.

Fatturazione elettronica Tax free shopping con regole proprie. Sistema OTELLO 2.0

La fattura elettronica Tax free è regolata da disposizioni e procedure diverse da quelle previste per la e-fattura generale, che la Legge n. 205/2017 ha rinviato obbligatoriamente al 1° gennaio 2019.

Per la corretta gestione della fattura elettronica del Tax free shop è necessario avvalersi dei servizi offerti dal sistema OTELLO (Online Tax refund at Exit: Light Lane Optimization) dell’Agenzia delle Dogane.

Dal 1° settembre, dunque, entra in vigore l’obbligo di emissione della fattura elettronica, con ricorso al sistema doganale OTELLO 2.0 per le agevolazioni IVA.

Da tale data, infatti, è garantita la piena interoperabilità tra il sistema di fatturazione elettronica e il sistema OTELLO 2.0 per le cessioni di beni e prestazioni di servizi del valore complessivo superiore a 154,94 euro, che sono destinati ad uso personale o familiare e trasportati in bagagli personali fuori dal territorio doganale comunitario (compresi gli acquisti per familiari non viaggiatori).

Il sistema OTELLO 2.0 digitalizza il procedimento per ottenere il “visto doganaledi uscita della merce dal territorio comunitario, da apporre sulla fattura per avere diritto allo sgravio diretto o al rimborso successivo dell’IVA sui beni acquistati in Italia da soggetti domiciliati o residenti fuori dalla UE.

Servizi offerti da OTELLO 2.0

I servizi offerti da OTELLO 2.0 sono fruibili in modalità System-to-System (S2S) o User-to-System (U2S).

Nel primo caso, i servizi disponibili consentono un dialogo che avviene direttamente fra due sistemi informatici, che si scambiano tutti i dati del processo.

Il sistema permette:

  • di trasmettere i dati di una fattura tax free al momento dell’emissione e ricevere contestualmente il messaggio di risposta;

  • di trasmettere i dati di una nota di variazione di una Ftf (fattura Tax free) e ricevere messaggio di risposta;

  • di trasmettere la richiesta di apposizione del visto originale quando il cessionario si presenta presso un punto di uscita;

  • di comunicare l’avvenuta apposizione di un visto presso un altro stato membro;

  • di effettuare una ricerca per verificare l’avvenuta apposizione del visto digitale ovvero per ottenere l’elenco delle Ftf eleggibili per il visto digitale. E ricevere il messaggio di risposta.

Nel secondo caso, invece, l'utente svolge tutte le funzioni attraverso l'applicazione Otello 2.0, accedendo all’applicazione “OTELLO - Gestione FTF” disponibile nell’area riservata del portale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Infine, secondo quanto si legge sul sito dell’Agenzia Dogane Monopoli, “per facilitare la richiesta di apposizione del visto digitale presso i punti di uscita, è possibile installare degli appositi kiosk sia in land side che in air side. Tali kiosk, colloquiando con OTELLO tramite web service, hanno lo scopo di agevolare la procedura di ottenimento del visto digitale, guidando il viaggiatore nelle varie fasi del processo”.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 22 giugno 2018 - Dogane. Sistema OTELLO 2.0 con adesione facilitata – Pichirallo
FiscoDogane