Turismo, in arrivo i ristori Covid per tour operator e impianti di risalita. Al via le domande

Pubblicato il


Turismo, in arrivo i ristori Covid per tour operator e impianti di risalita. Al via le domande

Facendo seguito alla pubblicazione dei tre avvisi del 30 settembre e a quello successivo dell’8 ottobre 2021, relativi all’assegnazione ed erogazione di contributi in favore delle imprese turistico-ricettive con ricavi o compensi, nel 2019, superiori a 10 milioni di euro; delle agenzie di animazione per feste e villaggi turistici; degli enti che gestiscono, a scopo turistico, siti speleologici e grotte e delle agenzie di viaggio e i tour operator, il Ministero del Turismo ha pubblicato l’avviso di apertura delle piattaforme per la presentazione delle istanze di contributo.

Contributi Covid-19, come presentare le domande

Il Ministero avvisa che a partire dalle ore 12:00 del giorno 15 ottobre 2021 e fino alle ore 17:00 del giorno 29 ottobre 2021 è possibile compilare e trasmettere online le istanze per la richiesta dei contributi.

Si può procedere direttamente oppure tramite un intermediario abilitato.

Lo sportello telematico è disponibile all’indirizzo https://sportelloincentivi.ministeroturismo.gov.it del Ministero del Turismo.

Si può accedere alla piattaforma attraverso le credenziali SPID2 o CNS e seguire le istruzioni per la compilazione dell’istanza. Al termine della compilazione è possibile scaricare la distinta che deve essere firmata digitalmente (in formato CAdES), caricata e trasmessa sempre tramite lo sportello.

L’assegnazione dei contributi non terrà conto della data di ricezione delle istanze e sarà definita a seguito dell’istruttoria effettuata sulle istanze pervenute nel periodo sopra indicato.

Nel comunicato ministeriale si legge anche che a partire sempre dalle ore 12:00 del 15 ottobre è stato attivato un canale di assistenza, telefonica e via mail per coloro che ne avessero bisogno.

Imprese turistiche ricettive, a disposizione 50 milioni di euro

Con avviso pubblico dell’8 ottobre 2021, si apprende che, a seguito del benestare della Commissione Ue, sono state sdoganate le risorse stanziate sull’apposito fondo istituito dal Decreto “Rilancio” anche per le imprese con attività identificate dai codici Ateco 55.10.00, 55.20.10, 55.20.20, 55.20.30, 55.20.40, 55.20.51, 55.20.52, 55.30.00, 55.90.20 e 96.04.20.

Si tratta, nello specifico, delle imprese turistico-ricettive, esercenti attività di impresa prevalente, dichiarata – con modello AA7/AA9 all’Agenzia delle Entrate – per le quali sono stanziati 50 milioni di euro, che andranno suddivisi tra i richiedenti fino a un importo massimo di 1,8 milioni per ciascun beneficiario.

I suddetti soggetti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Partita IVA attiva antecedente alla data del 1 gennaio 2020;

  • aver registrato, nell’anno 2019, ricavi superiori a 10 milioni di euro;

  • avere sede legale in Italia;

  • non essere destinatari di sanzioni interdittive;

  • essere in regola con gli obblighi in materia fiscale;

  • essere in regola con gli obblighi in materia previdenziale ed assicurativa;

  • non trovarsi già in difficoltà alla data del 31 dicembre 2019;

  • assenza di condizioni ostative alla contrattazione con le pubbliche amministrazioni.

Ministero del Turismo, ristori Covid per tour operator e impianti di risalita

Con una serie di avvisi pubblicati sul sito web del Ministero del Turismo, in data 30 settembre 2021, si apprende che sono state definite le procedure di erogazione dei ristori per i soggetti fortemente penalizzati dalla pandemia da Covid-19.

In totale, si tratta di quattro avvisi che illustrano come partecipare alle procedure di erogazione degli aiuti economici alle attività danneggiate dalle chiusure e dalle restrizioni imposte dal Covid-19 nei periodi di lock down. Per tali procedure sarà permesso il ricorso alle autocertificazioni.

Gli indennizzi economici sono concessi a titolo di ristoro delle perdite subite dalle seguenti quattro categorie di soggetti:

Lo scopo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari in anticipo, così da produrre la documentazione necessaria ed inoltrare le istanze di richiesta quando le piattaforme atte a erogare i ristori saranno ultimate.

Settore Turismo, le risorse a disposizione

Le risorse stanziate dal Dicastero guidato dal Ministro Massimo Garavaglia per sollevare gli operatori del turismo in difficoltà a causa del Covid sono così ripartite:

  • 430 milioni di euro destinati al ristoro di esercenti impianti di risalita a fune nei comuni in comprensori sciistici;

  • 32 milioni di euro destinati alle agenzie di viaggio e ai tour operator che non hanno presentato istanza di contributo ai sensi dell’articolo 4 del decreto dirigenziale del 15 settembre 2020 – rep. 35, recante avviso pubblico, ai sensi del decreto ministeriale del 12 Agosto 2020;

  • 10 milioni di euro destinati alle agenzie di animazione per i villaggi turistici;

  • 128 milioni di euro destinati ai beneficiari del ristoro automatico;

  • 2 milioni di euro destinati agli enti gestori a fini turistici di siti speleologici e grotte.

Per ottenere gli aiuti i soggetti beneficiari devono essere in regola con il Durc.

Settore Turismo: istanza, contenuti e modalità di presentazione

 Il beneficio è concesso, in regime di de minimis, alle categorie di operatori individuati.

Si legge negli avvisi che l’istanza di accesso al contributo è effettuata attraverso una procedura automatizzata, compilando il format disponibile nello sportello telematico appositamente predisposto, raggiungibile all’indirizzo che sarà pubblicato sul sito del Ministero de Turismo al seguente link https://www.ministeroturismo.gov.it/ una settimana prima dell’apertura del portale informatico stesso.

Il servizio messo a disposizione dell’utente consente di:

  • accedere alla piattaforma mediante SPID o CNS;
  • delegare la presentazione dell’istanza ad un soggetto terzo;
  • rilasciare dichiarazioni autocertificate ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, e dell’articolo 18, comma 3-bis, della legge 7 agosto 1990, n. 241;
  • d) inoltrare la domanda di contributo firmata digitalmente dal soggetto interessato o dal delegato, con conseguente rilascio della ricevuta di avvenuta presentazione e trasmissione dell’istanza in formato PDF.

Il servizio consente, inoltre, di scaricare il Manuale operativo di ausilio alla presentazione dell’istanza.

In base alla categoria di appartenenza, i soggetti interessati all’inoltro dell’istanza devono specificare alcuni dati che devono essere inseriti nel format. Per tutti c’è l’obbligo di dimostrare di soddisfare i requisiti di cui all’articolo 2, commi 1 e 2 del decreto del Ministro del Turismo di concerto con il Ministro dell'Economia e delle Finanze del 26 agosto 2021, e di segnalare l’importo di altri contributi, a livello nazionale o regionale, eventualmente ricevuti con l’indicazione della tipologia/natura del ristoro.

Per esempio per quanto riguarda gli esercenti attività di impianti di risalita a fune, svolte nei comuni ubicati all'interno dei comprensori sciistici, ai fini della valutazione del contributo, ovvero il 49% della media dei ricavi di sola biglietteria negli anni 2017-2019, l'impresa dovrà procedere all'inserimento nella domanda dei dati relativi ai ricavi degli anni 2017, 2018 e 2019 come risultanti dal relativo bilancio di esercizio depositato, a cui dovranno essere aggiunti i dati relativi al Mol (margine operativo lordo).

I dati relativi al Mol devono essere certificati da parte di auditors indipendenti. Nel caso in cui il bilancio non sia ancora approvato è ammissibile un documento contabile preconsuntivo anch'esso certificato. Nella determinazione del Mol per i mesi frazionati può essere applicato un peso proporzionale al numero dei giorni oggetto di ristoro.

L'assegnazione dei contributi relativi alle risorse stanziate verrà effettuata in base alle istanze presentate e sarà disposta con decreto del Direttore generale competente, ovvero del Segretario generale, a seguito dell'istruttoria effettuata sulle richieste pervenute.

Allegati Links