Tutto sul 730 precompilato

Pubblicato il



Il 730 precompilato si arricchisce della circolare 11 del 23 marzo 2015 dell’Agenzia delle entrate, di un video-tutorial su Youtube e di un sito di assistenza ad hoc.

La circolare

Nel rispondere a specifici quesiti formulati da contribuenti, sostituti d’imposta e intermediari, il documento chiarisce che:

- la dichiarazione si considera comunque accettata se è trasmessa con modifiche che non incidono sulla determinazione del reddito o dell’imposta (si forniscono esempi di modifiche che incidono e non);

- se il 730/2014 è stato presentato in forma congiunta sono predisposte due precompilate, una per ciascun coniuge (se i coniugi vogliono presentare la dichiarazione in forma congiunta, non accettando le precompilate devono rivolgersi al sostituto, al Caf o al professionista abilitato per un nuovo 730/2015);

- l’esclusione dal controllo formale per l'accettazione della precompilata comprende gli oneri forniti dai soggetti previsti dall’articolo 3 del Dlgs 175/2014 (interessi passivi sui mutui, premi assicurativi e contributi previdenziali), ma non gli oneri comunicati dal sostituto d’imposta con la certificazione unica.

L'Agenzia ricorda che dal 15 aprile 2015 è accessibile l'area riservata del sito info730 (il sito dedicato). Saranno a disposizione dei contribuenti/delegati, oltre al 730 precompilato relativo al 2014:

- un foglio informativo con l’elenco dei dati riguardanti la dichiarazione precompilata disponibili presso l’Agenzia ( sono segnalati gli oneri dubbi non utilizzati o parzialmente utilizzati nella precompilata così il contribuente può verificare i motivi del mancato inserimento ed integrare);

- l’esito della liquidazione (credito o debito) della dichiarazione e il prospetto di liquidazione del 730 assieme al dettaglio dei risultati della liquidazione.

La circolare si occupa delle deleghe

La delega può essere sia elettronica che cartacea, ma il sostituto d’imposta può accedere alle dichiarazioni precompilate dei sostituiti, per i quali ha trasmesso la Certificazione unica, solo se risulta aver prestato loro l’assistenza fiscale l'anno precedente.

Sostituti, Caf e professionisti accedono alle precompilate anche con l’invio di un file contenente l’elenco, per i sostituti con un numero massimo di 20 percipienti, dei contribuenti per i quali si richiedono le dichiarazioni precompilate. I canali sono Entratel o Fisconline. Caf e professionisti possono anche effettuare l’accesso a una singola dichiarazione via web.

La gestione delle deleghe prevede un apposito registro cronologico, sul quale vanno annotate progressivamente le deleghe acquisite con la relativa data, il codice fiscale e i dati anagrafici del delegante, gli estremi del documento d’identità.

Si precisa che opera l'estensione delle regole per la conservazione delle copie delle dichiarazioni e dei relativi prospetti di liquidazione alle deleghe per prelevare il 730 precompilato, che saranno conservate da Caf e professionisti abilitati fino al quarto anno successivo alla presentazione della dichiarazione e dai sostituti d’imposta fino al secondo anno successivo alla presentazione del modello.
Allegati Links Anche in
  • ItaliaOggi, p. 24 - Verso il rinvio del 730 online - Bartelli 
  • Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, p. 43 - Modifiche con vincoli al 730 precompilato - Ranocchi
  • ItaliaOggi, p. 25 - Un sito dedicato