Versamento Tefa distinto dalla Tari. Dalle Entrate i codici tributo

Pubblicato il



Versamento Tefa distinto dalla Tari. Dalle Entrate i codici tributo

Il tributo per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell'ambiente (Tefa), per l’annualità 2021 e successive, deve essere versato dai contribuenti distintamente dagli importi dovuti a titolo di Tari.

Per tale motivo la risoluzione n. 5 del 18 gennaio 2021 dell’Agenzia delle Entrate istituisce i necessari codici tributo.

Infatti, la disciplina per il Tefa, con riguardo agli anni di imposta fino al 2020, prevedeva che i versamenti della stessa fossero eseguiti cumulativamente alla Tari, utilizzando i codici tributo relativi a quest’ultima, senza distinguere la parte relativa al Tefa.

Ma, come detto, dal 2021 il versamento dei due tributi va distinto.

Al fine di eseguire il pagamento del Tefa, sono stati istituiti i seguenti codici tributo per il versamento del Tefa, da inserire nei modelli F24 e F24 “enti pubblici”:

  • “TEFA” denominato “TEFA - tributo per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell'ambiente”;
  • “TEFN” denominato “TEFA - tributo per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell'ambiente - interessi”;
  • “TEFZ” denominato “TEFA - tributo per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell'ambiente - sanzioni”.

Nella risoluzione vengono fornite le indicazioni per esporre i detti codici nei modelli F24 e F24 “enti pubblici”.

Allegati