Abruzzo e Sicilia, aiuti a piccole imprese e professionisti in difficoltà a causa del Covid

Pubblicato il


Abruzzo e Sicilia, aiuti a piccole imprese e professionisti in difficoltà a causa del Covid

Regione Abruzzo. Sovvenzioni una tantum per lavoratori autonomi

Per facilitare l’adattamento di lavoratori autonomi, imprenditori e professionisti al cambiamento subìto per effetto dell’impatto del Coronavirus sulla propria capacità economico-finanziaria, la Regione Abruzzo ha deciso di erogare delle sovvenzioni una tantum.

Lo si apprende da un avviso pubblicato sul sito della Regione.

Il contributo una tantum sarà erogato come ristoro dei danni subìti dai lavoratori e dalle lavoratrici autonomi titolari di partita IVA e professionisti, in termini di perdita di ricavi/compensi nell’anno 2020 rispetto al medesimo periodo dell’anno 2019.

La dotazione finanziaria ammonta a 4.140.034 euro, di cui 3.140.034 per lavoratori autonomi / titolari di partita IVA e 1.000.000 euro per i liberi professionisti.

Il contributo a fondo perduto una tantum pari a 2.000 euro è elevabile a 4.000 euro nel caso di lavoro autonomi/impresa individuale con presenza di almeno un dipendente assunto a tempo indeterminato.

I beneficiari del contributo sono:

  • soggetti esercenti attività di lavoro autonomo, iscritti alle sezioni speciali dell’Assicurazione Generale Obbligatoria;

  • titolari di partita Iva iscritti in via esclusiva alla gestione separata Inps;

  • liberi professionisti, iscritti all’albo professionale e alla Cassa previdenziale.

I requisiti richiesti per l’ottenimento del beneficio sono:

  • sede/studio dell’attività in Regione Abruzzo;

  • partita Iva attiva al momento della domanda e della liquidazione.

Sono esclusi gli studi associati.

Domanda

Le candidature dovranno essere inviate a partire dal 12 luglio 2021 ore 9:00 ed entro e non oltre la data del 3 agosto 2021 ore 20:00, esclusivamente, pena l'irricevibilità dell'istanza, attraverso lo sportello telematico della Regione Abruzzo.

Altre modalità di invio comportano l’esclusione della candidatura.

Per presentare la candidatura è necessario essere in possesso di un codice SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) di livello 2.

Le graduatorie saranno elaborate non secondo l’ordine cronologico di invio delle candidature, ma in ordine crescente di ricavo/compenso anno 2019. Sarà, pertanto, data priorità ai soggetti con reddito/compenso più basso. Solo in caso di parità di ricavi/compensi anno 2019 sarà data priorità all’ordine cronologico di inoltro della candidatura.

Regione Sicilia, nuova liquidità per imprese e professionisti

La riprogrammazione del Po Fesr Sicilia 2014/2020 ha introdotto una serie di interventi a sostegno di imprese e professionisti siciliani danneggiati dalla pandemia da Covid-19.

Nello specifico, l’Azione 3.6.2, gestita da Irfis-FinSicilia spa, prevede un primo avviso (emanato il 30/06/2021), che consiste in un’agevolazione costituita da un finanziamento agevolato più un eventuale contributo a fondo perduto.

L’importo massimo complessivo dell’agevolazione è pari a 25.000 euro.

L’intervento può essere costituito interamente da un finanziamento agevolato, nel caso in cui non venga richiesto il contributo a fondo perduto, oppure da un mix tra finanziamento agevolato ed un contributo a fondo perduto.

Il Finanziamento agevolato ha le seguenti caratteristiche:

  • Importo minimo: euro 10.000

  • Importo massimo: euro 25.000 qualora non sia richiesto il contributo a fondo perduto

I soggetti destinatari della misura sono:

  • piccole e medie imprese con sede legale o sede operativa in Sicilia che abbiano realizzato nel 2019 un fatturato massimo di 250mila euro;

  • professionisti titolari di partita Iva con domicilio fiscale nella regione che abbiano realizzato nel 2019 un fatturato non superiore a 40mila euro

Non rientrano tra i destinatari i soggetti che hanno avviato l’attività successivamente al 31.12.2018, cioè i soggetti che stabiliscono la sede legale o operativa in Sicilia in caso di impresa o il domicilio fiscale in Sicilia se professionisti successivamente al 31/12/2018.

Domanda

Le istanze di finanziamento potranno essere presentate dalle ore 10,00 del 22 luglio 2021 fino alle ore 17,00 del 9 settembre 2021, collegandosi all’indirizzo https://sportelloincentivi.irfis.it ed accedendo alla piattaforma digitale dedicata mediante SPID (livello 2) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

L’unico criterio di formulazione della graduatoria sarà la percentuale di riduzione del fatturato nel periodo citato.

Allegati