AIDC, fatturazione elettronica. Bene l’operato di AdE ma servono migliorie

AIDC, fatturazione elettronica. Bene l’operato di AdE ma servono migliorie

L’avvio della fatturazione elettronica, a meno di due mesi dall’entrata in vigore, non ha dato come risultato il temuto caos. L’Associazione Italiana Dottori Commercialisti (AIDC) rende merito all'Agenzia delle Entrate - e al suo braccio informatico Sogei – nonché al Mef dello sforzo compiuto per aver messo in atto, in modo efficace, un così complesso sistema.

E’ questo quanto scritto nel comunicato stampa AIDC del 20 febbraio 2019.

Ma, se da una parte, si rende plauso a quanto fatto, dall’altra si chiede maggiore dialogo e ulteriori migliorie sul piano tecnico e giuridico.

Viene inoltre posto l’accento sul determinante ruolo svolto dai Dottori Commercialisti nell’affrontare l’introduzione del “nuovo adempimento, tecnicamente complesso, che ha richiesto investimenti di tempo e denaro, oltre che una serrata attività di formazione verso gli imprenditori che si affidano a noi”.

Continua il comunicato AIDC: “è innegabile che molte sono le cose ancora da perfezionare, sia sul lato tecnico che su quello giuridico: vanno introdotte in particolare serie semplificazioni e premialità. A tal fine ribadiamo fortemente la necessità di un dialogo concreto, serio, permanente e fattivo con le istituzioni e le rappresentanze dei Dottori Commercialisti".

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 31 gennaio 2019 - Fattura elettronica. Aidc, proposte di semplificazioni. Cndcec: più moratoria – G. Lupoi
ProfessionistiCommercialisti ed esperti contabili
festival del lavoro