Approvato il Jobs Act. Da gennaio il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti

Pubblicato il


Il Senato ha approvato la fiducia al Governo sul Jobs Act e il Ministero del Lavoro, con comunicato stampa del 3 dicembre 2014, ha reso noto che, a seguito dell’approvazione definitiva del disegno di legge delega di riforma del mercato del lavoro, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, ha dichiarato che il testo finale è cambiato e migliorato.

Nella delega sono previsti interventi per:

- ridurre le forme contrattuali ed eliminare quelle più precarizzanti;

- ridefinire il sistema degli ammortizzatori sociali e renderli universali;

- rafforzare le politiche attive per il lavoro;

- semplificare la costituzione e la gestione dei rapporti di lavoro;

- rafforzare la strumentazione di sostegno alla maternità ed alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Il Ministro ha assicurato che l’impegno del Governo sarà ora quello di procedere speditamente alla stesura dei decreti di attuazione della delega con l’introduzione, fin da gennaio, del contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti, così che le imprese ed i lavoratori possano subito beneficiare delle misure di riduzione del costo del lavoro, previste nella legge di stabilità per questo tipo di contratto.
Allegati Links Anche in
  • Il Sole 24 Ore, p. 3 - Sì al Jobs act, contratto a tutele crescenti al via - Pogliotti
  • Il Sole 24 Ore, p. 5 - Per i licenziamenti economici resta l’indennizzo - Bottini