Benefici assicurativi persi per mancato rispetto dell'avviso

Benefici assicurativi persi per mancato rispetto dell'avviso

Chiarimenti della Corte di cassazione in ordine all’inadempimento, da parte dell’assicurato, dell'obbligo di avviso o di salvataggio ai fini della perdita dei benefici assicurativi ex articolo 1915 cod. civ.

Benefici assicurativi, quando si perdono?

La Suprema corte, nella sentenza n. 28625 del 7 novembre 2019, ha ricordato il consolidato principio della giurisprudenza di legittimità, secondo cui, ai fini della perdita dei benefici assicurativi ai sensi dell'articolo 1915 cod. civ., “non occorre lo specifico e fraudolento intento di creare danno all'assicuratore, essendo sufficiente la consapevolezza dell'obbligo previsto dalla suddetta norma e la cosciente volontà di non osservarlo”.

Imputazione dei pagamenti successivi al recesso

Nella medesima decisione, gli Ermellini hanno anche sancito che, nel caso di assicurazione dal rischio di insolvenza di crediti commerciali, non è conforme ai canoni di corretta ermeneutica contrattuale l'interpretazione della polizza che imputi i pagamenti successivi alla scadenza del periodo assicurato ai crediti più recenti.

In detto contesto – ha continuato la Corte – non rilevano, in senso contrario, nemmeno eventuali accordi diretti tra assicurata e debitrice società di capitale, “neppure ove le quote di questa fossero sottoposte a sequestro penale”.

Allegati

DirittoDiritto Civile