Bando Marchi+3 Risorse a sostegno della capacità innovativa e competitiva delle Pmi

Bando Marchi+3 Risorse a sostegno della capacità innovativa e competitiva delle Pmi

Il Ministero dello Sviluppo economico, a seguito di una Convenzione siglata il 29 settembre 2017, ha affidato ad Unioncamere il compito di realizzare un intervento agevolativo in favore di micro, piccole e medie imprese per la valorizzazione dei titoli di proprietà industriale.

Secondo quanto riportato nel comunicato ministeriale del 6 dicembre 2017 (GU n. 285 del 6/12/2017), di presentazione del bando, la misura agevolativa prende il nome di Marchi +3 ed è finalizzata a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle Pmi, promuovendo l'estensione del proprio marchio nazionale a livello comunitario ed internazionale.

A tal fine, il MiSe ha messo a disposizione delle piccole e medie imprese per valorizzare i loro marchi circa 4milioni di euro.

Nello specifico, le agevolazioni previste sono dirette a favorire la registrazione di:

  • marchi comunitari presso EUIPO (Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale)

    e

  • marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale).

Domande da marzo 2018

Le domande potranno essere presentate dal 7 marzo 2018, compilando un apposito form online.

Unioncamere, che è il soggetto gestore della misura, curerà gli adempimenti tecnici e amministrativi riguardanti l'istruttoria delle domande e l'erogazione delle agevolazioni del bando.

Spese ammissibili

Sono ammesse alle agevolazioni le spese sostenute per la progettazione del marchio, per l’assistenza e per il deposito, per le ricerche effettuate al fine di verificare l’eventuale esistenza di marchi identici, oltre che per l’assistenza legale per azioni di tutela del marchio e per le tasse di deposito.

Per essere ammesse al finanziamento, tutte le spese (comprese le tasse di deposito) devono essere state sostenute dal 1° giugno 2016 e, comunque, prima della presentazione della domanda di agevolazione.

Le spese devono far riferimento a fatture emesse e a pagamenti effettuati dal 1° giugno 2016.

Links

Anche in

  • eDotto.com – Edicola 1° dicembre 2017 - Patent Box Dal 2017 esclusi i marchi di impresa – Pichirallo
FiscoAgevolazioni