Codice della strada, sì in Commissione al testo di riforma

Codice della strada, sì in Commissione al testo di riforma

La commissione Trasporti della Camera ha terminato l’esame della proposta di legge che introduce diverse modifiche al Codice della strada. Il testo passerà, ora, al vaglio dell’Aula di Montecitorio.

Guida con il telefonino: aumentano le sanzioni

Tra le principali novità, il provvedimento contiene una stretta per chi venga colto nell’uso del telefonino alla guida di veicoli.

La sanzione amministrativa pecuniaria prevista per tale violazione (attualmente individuata nella forbice tra le 161 e le 647 euro) viene così aumentata e ricompresa in una somma che va tra le 422 e le 1.697 euro, con contestuale sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente, da 7 giorni a 2 mesi.

Nel caso, poi, di un'ulteriore violazione della stessa specie, commessa nel corso di un biennio, si prevede una sanzione amministrativa pecuniaria da 644 a 2.588 euro, aggiunta alla sanzione accessoria della sospensione della patente di guida da 1 a 3 mesi. In questi casi, si raddoppia la decurtazione dei punti patente che passa da 5 a 10 punti.

Cinture di sicurezza dei passeggeri, parcheggio negli spazi dei disabili

Tra le altre misure, si segnala la previsione che, in caso di passeggeri sprovvisti di cintura di sicurezza, vede sanzionare direttamente il conducente.

Sancito, a seguire, anche un incremento delle sanzioni per chi parcheggia negli spazi destinati ai disabili, anche con raddoppio dei punti patente persi.

Nel dettaglio, per la violazione del divieto di sosta negli spazi riservati ai veicoli per persone invalide o in corrispondenza degli scivoli o dei raccordi tra i marciapiedi per le medesime persone, la sanzione attualmente prevista per i veicoli a 4 ruote viene aumentata ad una somma compresa tra le 161 e 647 euro, mentre quella per i veicoli 2 ruote viene elevata ad una somma compresa tra le 80 e 328 euro.

Viene innalzata, in detto contesto, anche la decurtazione dei punti patente (si passa da 2 a 4 punti).

Le altre misure

Tra le ulteriori novità sono incluse anche:

  • la previsione di zone a traffico limitato o aree pedonali davanti alle scuole, negli orari di ingresso e di uscita degli alunni;
  • l'obbligo di installazione di cinture di sicurezza sugli scuolabus;
  • un incremento delle multe per chi non rispetta i segnali di stop ai passaggi a livello.

Per quanto riguarda, invece, gli interventi da ultimo approvati, si segnalano:

  • l’eliminazione del raddoppio automatico delle sanzioni per chi presenti ricorso al Prefetto e se lo veda respingere;
  • un ampliamento dei poteri sanzionatori degli ausiliari della sosta;
  • l’obbligo, per i minori di 12 anni, di indossare il casco in bicicletta.
DirittoCodice della stradaOpposizione a sanzioni amministrative