Congresso Camere penali. Eletti i nuovi vertici, UCPI contro i populismi

Congresso Camere penali. Eletti i nuovi vertici, UCPI contro i populismi

Si è chiuso ieri il XVII Congresso ordinario dell’Unione Camere penali italiane, tenuto dal 19 al 21 ottobre 2018, a Sorrento, e dedicato al tema “Il buio oltre la siepe – La difesa delle garanzie nell’epoca dei populismi”.

Il nuovo presidente è Gian Domenico Caiazza

I lavori del Congresso sono terminati con l’elezione del nuovo Presidente, nella persona dell’Avvocato Gian Domenico Caiazza, che succede a Beniamino Migliucci, per il biennio 2018-2020, nella guida delle Camere penali.

Eletta anche la nuova giunta dell’UCPI, composta, oltre che dal Presidente Caiazza, da Nicola Mazzacuva (Vicepresidente), Eriberto Rosso (Segretario), Giuseppe Guida, Daniele Ripamonti, Fabio Frattini, Paola Rubini, Paola Savio, Marcello Manna, Ubaldo Macrì, Savino Murro, Carmelo Occhiuto e Domenico Putzolu.

Guardasigilli assente. Penalisti: no scrivere senza presentarsi

Al Congresso era stato invitato il Guardasigilli, Alfonso Bonafede, che, non potendo partecipare per impegni precedenti, ha inviato una lettera in cui elenca le priorità del proprio dicastero in materia di giustizia penale.

Tra queste, viene annoverato lo stanziamento, nella legge di Bilancio, di risorse per assunzioni di magistrati, polizia penitenziaria e personale amministrativo, la previsione di una riforma della prescrizione, di un’efficace legislazione anticorruzione nonché di un’implementazione del processo penale telematico.

Una lettera di cui, però, è stata rifiutata la lettura: il guardasigilli - hanno tuonato gli avvocati penalisti – “dovrebbe venire ad ascoltare, non scrivere senza presentarsi, quindi il suo testo non merita di essere letto”.

A rincarare la dose è, poi, il presidente uscente dell’Unione, Beniamino Migliucci, che definisce Bonafede “senza coraggio”. “Impari” - ha auspicato Migliucci nel proprio intervento – “il rispetto della funzione difensiva, della presunzione d’innocenza, della nostra comunità. Con le Camere Penali non si messaggia tramite Facebook, ci si confronta”.

Sulla vicenda, si è espresso anche il nuovo Presidente delle Camere penali, Gian Domenico Caiazza, che, nonostante il grave “sgarbo”, ha invitato Bonafede ad ascoltare le ragioni dell’UCPI: “Spero il ministro capisca che noi costituiamo un patrimonio di idee, e credo che negarsi al confronto con noi sia uno sgarbo nei nostri riguardi e una perdita per lui. Voglio recuperare nell’auspicio che il guardasigilli vorrà ascoltarci”.

Migliucci: impegno e confronto vanno intensificati

Nella sua relazione di apertura del Congresso, Migliucci ha ricordato la distanza delle Camere penali rispetto alla “visione della giustizia penale della nuova maggioranza”, da subito manifestata in un documento messo a punto a maggio e poi in ogni occasione presentata, sia nel corso delle interlocuzioni alle Commissioni Giustizia della Camera, sia nell’unico incontro con il ministro Bonafede.

L’Unione" - ha ricordato - "sentita alla Commissione Giustizia della Camera, ha manifestato la propria netta contrarietà alle proposte di legge sulla legittima difesa, sulla riforma dei reati contro la pubblica amministrazione e le norme del Decreto in materia di protezione internazionale, immigrazione e sicurezza pubblica”.

Per Migliucci, "La situazione è complicata perché è sotto gli occhi di tutti come abbia preso il sopravvento il populismo anche in materia giudiziaria, populismo che non accetta mediazioni di sorta e che è ispirato ad ottenere consenso con scelte a costo zero. Il momento difficile può e deve portare a un impegno maggiore per veicolare, in materia di giustizia e rispetto di dignità delle persone, le riflessioni di tutti coloro che anelano di vivere in uno stato che si riconosca nei principi liberali e democratici della nostra Costituzione”.

Da qui la necessità di intensificare il confronto con la maggioranza di Governo “in maniera propositiva e serrata, per fare emergere tutto il nostro dissenso rispetto a proposte che si muovano in senso giustizialista o contrarie ai principi Costituzionali”.

Anche in

  • eDotto.com – Punto & Lex 16 ottobre 2018 - Camere penali, a congresso dal 19 al 21 ottobre - Pergolari
ProfessionistiAvvocatiDirittoDiritto Penale