Credito d’imposta investimenti pubblicitari incrementali sulla stampa anche online 2017. Anticipazioni

Credito d’imposta investimenti pubblicitari incrementali sulla stampa anche online 2017. Anticipazioni

Con una nota del 9 febbraio 2018 sul sito, il Dipartimento per l'informazione e l'editoria della presidenza del Consiglio dei ministri avvisa di aver pubblicato nuovamente il comunicato pregresso ma aggiornato all'8 febbraio 2018, relativo al Credito d’imposta a sostegno degli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sui giornali e sulle emittenti radio-televisive a diffusione locale.

Credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali sulla stampa anche online

Con la Legge 172/2017, di conversione del Dl 148/2017, sono state apportate modifiche all’articolo 57-bis del Dl 50/2017, per cui il credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali programmati ed effettuati sulla stampa è esteso a giornali quotidiani e periodici, locali e nazionali, anche online.

Nelle more del regolamento

Il regolamento di attuazione è in corso di adozione. Nel frattempo, nella consapevolezza che le imprese destinatarie attendono di conoscere i contenuti caratterizzanti di questo nuovo incentivo per pianificare i loro investimenti pubblicitari, il Dipartimento ha deciso di anticipare alcune informazioni essenziali.

I chiarimenti dovrebbero dare un quadro abbastanza chiaro e dettagliato di come funzionerà la misura del credito d’imposta e dovrebbero consentire a tutti gli interessati, imprenditori e lavoratori autonomi, di assumere le loro decisioni di investimento anche nell’immediato, per il corrente anno, per poter sfruttare le risorse specificamente messe a disposizione per gli investimenti 2017.

In ogni caso, il Dipartimento è a disposizione per fornire ogni ulteriore chiarimento, che potrà essere richiesto con una semplice mail inviata al seguente indirizzo di posta elettronica: segreteriacapodie@governo.it. Le risposte a quesiti che abbiano un rilievo generale saranno comunque pubblicate a vantaggio di tutti i possibili interessati.

La domanda di fruizione è nella forma di una comunicazione telematica (una “prenotazione”) su apposita piattaforma dell’Agenzia delle Entrate, secondo il modello che ha definito la medesima Agenzia, usufruendo di una “finestra temporale” ampia (potrebbe essere dal 1° marzo al 31 marzo di ciascun anno).

Tra le indicazioni gli investimenti ammissibili e non

Si ricorda che le spese per l’acquisto di pubblicità sono ammissibili al netto delle spese accessorie, dei costi di intermediazione e di ogni altra spesa diversa dall’acquisto dello spazio pubblicitario, anche se ad esso funzionale o connesso.

Sono ammissibili al credito d’imposta gli investimenti riferiti all’acquisto di spazi pubblicitari e inserzioni commerciali su giornali quotidiani e periodici, nazionali e locali, anche on-line, ovvero nell’ambito della programmazione di emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali.

In sede di prima attuazione, il beneficio è applicabile anche agli investimenti effettuati dal 24 giugno al 31 dicembre 2017, sempre con la stessa soglia incrementale riferita all’anno precedente.

Nel comunicato si puntualizza che: l’estensione al secondo semestre del 2017 riguarda tuttavia i soli investimenti effettuati sulla stampa, anche on-line.

Fermo restando che gli investimenti pubblicitari devono essere effettuati su giornali ed emittenti editi da imprese titolari di testata giornalistica iscritta presso il competente Tribunale, ai sensi dell’articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, ovvero presso il Registro degli operatori di comunicazione di cui all’articolo 1, comma 6, lettera a), numero 5, della legge 31 luglio 1997, n. 249, e dotate in ogni caso della figura del direttore responsabile.

Sono escluse dal credito d’imposta le spese sostenute per l’acquisto di spazi destinati a servizi particolari.

Ad esempio: televendite, servizi di pronostici, giochi o scommesse con vincite di denaro, di messaggeria vocale o chat-line con servizi a sovraprezzo.

Allegati

Links

Anche in

  • eDotto.com - Edicola del 2 dicembre 2017 - Dl fiscale Bonus investimenti pubblicitari incrementali, anche stampa online - G. Lupoi
FiscoAgevolazioni