“Cruscotto infortuni”, consultabili i dati d’infortunio ai fini statistici

Pubblicato il


“Cruscotto infortuni”, consultabili i dati d’infortunio ai fini statistici

Aggiornato il servizio telematico “Cruscotto infortunio”. Infatti, dal 17 dicembre 2019, è possibile per i datori di lavoro, ovvero gli intermediari abilitati, consultare i dati riguardanti le comunicazioni d’infortunio a fini statistici e informativi, pervenute telematicamente all’INAIL a partire dal 12 ottobre 2017.

La novità è stata comunicata dall’INAIL, con la circolare n. 33 del 13 dicembre 2019, specificando, altresì, che nell’area “Supporto” e “Contatti” del portale dell’Istituto assicurativo è a disposizione dell’utenza il servizio “Inail risponde” per l’assistenza e il supporto nell’utilizzo dei servizi online.

“Cruscotto infortuni”, a cosa serve?

A seguito dell’entrata in vigore del D.Lgs. n. 151/2015, l’art. 21, co. 4 ha disposto l’abolizione del “Registro infortuni” e, al contempo, introdotto l’applicativo informatico “Cruscotto infortuni”, al fine di offrire agli organi preposti all’attività di vigilanza uno strumento alternativo in grado di fornire dati e informazioni utili a orientare l’azione ispettiva.

Esso consente di consultare gli infortuni occorsi ai dipendenti prestatori d’opera, denunciati dal datore di lavoro all’INAIL stesso, secondo quanto previsto dall’ art. 53 del Dpr. n. 1124 del 30 giugno 1965.

L’attuazione del predetto servizio obbliga, a decorrere dal 12 ottobre 2017, tutti i datori di lavoro, di comunicare in via telematica all’INAIL, entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico, a fini statistici e informativi, i dati e le informazioni relativi agli infortuni sul lavoro che comportino un’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell'evento.

“Cruscotto infortuni”, infortuni consultabili

Al fine di rendere lo strumento “Cruscotto infortuni” utile anche all’attività di vigilanza sull’applicazione della legislazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, a decorrere dal 17 dicembre 2019, l’INAIL ha rilasciato un’implementazione al servizio telematico “Cruscotto infortuni”.

L’aggiornamento consente agli utenti abilitati per la consultazione delle denunce d’infortunio e ai datori di lavoro di soggetti non assicurati INAIL, di consultare i dati riguardanti le comunicazioni d’infortunio a fini statistici e informativi, pervenute telematicamente all’Istituto assicuratore a partire dal 12 ottobre 2017.

Allegati Anche in
  • edotto.com – Edicola dell’1 dicembre 2016 - Cruscotto infortuni Rls non hanno accesso – Schiavone