Decreto fiscale Spesometro semestrale

Decreto fiscale Spesometro semestrale

Le richieste dei commercialisti sul nuovo spesometro e sulla comunicazione dei dati delle liquidazioni Iva sono, in parte, accolte da emendamenti al decreto fiscale: l'invio sarà semestrale (per il primo anno) e saranno ridotte le sanzioni.

Riviste le scadenze per la comunicazione dei dati delle fatture: per il primo anno di applicazione la comunicazione relativa al primo semestre viene effettuata entro il 25 luglio 2017, poi è trimestrale.

Sale a due anni la riduzione dei termini di accertamento per chi aderirà alla trasmissione elettronica delle fatture.

I soggetti passivi non obbligati alla presentazione della dichiarazione annuale Iva non dovranno comunicare i dati delle fatture emesse e ricevute.

Atre novità:

  • le partite Iva inattive da tre anni saranno chiuse d’ufficio;
  • per i versamenti sopra i mille euro si può utilizzare l’F24 cartaceo;
  • è eliminato il tax day (il versamento di Ires, Irpef e Irap sarà effettuabile entro il 30 giugno di ogni anno, il versamento delle tasse locali resta al 16 giugno);
  • in caso di dichiarazione integrativa Iva sono ammessi all’utilizzo in compensazione i produttori agricoli.

Voluntary

In ambito collaborazione volontaria, una delle novità è la possibilità di presentare istanza per avvalersi della voluntary anche per chi ha aderito entro il 30 novembre 2015, limitatamente alle violazioni dichiarative per attività detenute in Italia. Sarà possibile, inoltre, presentare istanza per la collaborazione volontaria nazionale anche se si è aderito in precedenza alla voluntary disclosure per i soli profili internazionali.

Allegati

Fisco