Decreto Liquidità. Finanziamenti alle imprese con Garanzia Italia

Pubblicato il


Decreto Liquidità. Finanziamenti alle imprese con Garanzia Italia

Da Sace-Abi l’annuncio dell’avvio dello strumento Garanzia Italia per concedere finanziamenti a favore delle imprese colpite dalla crisi economica generata dal Coronavirus, attraverso la garanzia di Sace e la controgaranzia dello Stato.

Come nelle previsioni, nel primo giorno di operatività sono state numerose le richieste di finanziamenti presentate, fino a 25.000 da parte di imprese e professionisti, previsti dal Decreto Liquidità.

Si parla di 20.000 domande inviate di cui 500 inoltrate al Fondo di garanzia: per il presidente dell'Abi, Antonio Patuelli, se non interverranno intoppi tecnici i prestiti saranno erogati in 24/48 ore.  

Finanziamenti da Garanzia Italia. Disciplinare Sace-Abi

Intanto la task force tra Sace e Abi, si legge nel comunicato stampa congiunto del 20 aprile 2020, conferma l’avvio dello strumento Garanzia Italia per sostenere la concessione di finanziamenti alle attività economiche e d’impresa danneggiate dall’emergenza Covid-19, ai sensi del Dl n. 23/2020.

Sarà, appunto, il portale Garanzia Italia, sviluppato da Sace, il punto di riferimento per le banche, già accreditate o che ne faranno richiesta: gli istituti di credito possono inserire online le richieste e ottenere le relative garanzie, controgarantite dallo Stato, in tempi brevi.

Pronto anche un disciplinare per gli istituti di credito contenente le modalità operative e di accreditamento al portale Garanzia Italia. Il vademecum suddivide le procedure in due tipologie: una semplificata per le imprese con un fatturato inferiore a 1,5 miliardi e meno di 5mila dipendenti e per tutti i finanziamenti fino a 375 milioni ed una ordinaria per le altre aziende.

I tempi dei finanziamenti, in questi casi, sono di 30 giorni per l’iter più semplice e di 45 giorni per l’iter ordinario.

Per richieste fino a 375 milioni, sarà avviata un’istruttoria creditizia da parte della banca che, se darà esito positivo, porterà ad inserire la richiesta nel portale Sace.

Per quanto riguarda i prestiti pari o superiori a 375 milioni, la banca che riceve la richiesta deve comunicare a Sace il nominativo dell’impresa che vuole accedere alla garanzia per una prima valutazione d’impatto. Successivamente la banca dovrà informare Sace degli elementi che hanno giustificato l’assenso al prestito. Sace, quindi, effettuerà una propria istruttoria il cui esito sarà inviato al Ministero dell’Economia.

Nuovo Decreto Aprile. Allungamento della Cassa integrazione

Il Governo sta lavorando alacremente al Decreto Aprile che conterrà:

  • il prolungamento del bonus ai professionisti, portato da 600 a 800 euro, per i mesi di aprile e maggio;
  • un reddito d’emergenza per i soggetti esclusi dalle misure di sostegno del Dl Cura Italia, che diversificherà tra famiglie e single;
  • il rifinanziamento della cassa integrazione per altre 9 settimane.
Allegati Anche in
  • edotto.com – Edicola del 17 aprile 2020 - Decreto di aprile verso il rinnovo del bonus 600 euro – Bonaddio
  • edotto.com – Edicola del 15 aprile 2020 - Dl Liquidità. C’è il modulo per i prestiti. Ok dalla CE – Pichirallo