Digitour, richieste di autorizzazione al via

Pubblicato il



Digitour, richieste di autorizzazione al via

Per il tax credit digitalizzazione di agenzie viaggio e tour operator, istanze al via dal 30 settembre. Con l’Avviso pubblico n. 12031 dello scorso 21 settembre, infatti, il Ministero del Turismo ha fissato i termini per la presentazione delle "richieste di autorizzazione" alla fruizione del credito d’imposta pari al 50% dei costi sostenuti per la digitalizzazione delle agenzie di viaggio e dei tour operator. Beneficiari dell’incentivo sono le agenzie di viaggi ed i tour operator con codice ATECO 79.1, 79.11, 79.12. Detti soggetti devono essere, al momento della presentazione della domanda, regolarmente iscritti al registro delle imprese; restano fuori dalla possibilità di accedere al beneficio, invece,  le imprese che si trovano in stato di fallimento e di liquidazione (anche volontaria).

Il credito d’imposta, lo si ricorda, è riconosciuto nella misura del 50% dei costi sostenuti nel periodo 7 novembre 2021- 31 dicembre 2024 per investimenti ed attività di sviluppo digitale fino all'importo massimo complessivo di 25.000 euro. L'effettività del sostenimento delle spese deve risultare da apposita “attestazione” rilasciata dal presidente del collegio sindacale, oppure da un revisore legale iscritto nel registro dei revisori legali, o da un professionista iscritto nell'albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, o nell'albo dei periti commerciali o in quello dei consulenti del lavoro, oppure dal responsabile del centro di assistenza fiscale. Importare ricordare che tutti i requisiti previsti devono essere posseduti dalla data di presentazione della domanda e mantenuti fino ai 5 anni successivi alla concessione dell'agevolazione, pena la decadenza dal diritto all'agevolazione ed il recupero degli incentivi erogati.

Sul piano operativo, i beneficiari possono presentare la “richiesta di autorizzazione” alla fruizione del tax credit, esclusivamente tramite Pec, dalle ore 12 del 30 settembre 2022 alle ore 17 del 30 settembre 2025, inviando tutta la documentazione al seguente indirizzo PEC segreteriainnovazione@postacert.invitalia.it. Ciascun soggetto può presentare una sola domanda di incentivo in relazione al medesimo intervento, fermi restando i limiti e le condizioni stabilite dall'articolo 4, del D.L. n. 152/2021 convertito.

Si ricorda che l’Avviso pubblico n. 11677/2022 ha definito le modalità applicative ai fini del nuovo accesso alla piattaforma “on line” per il credito d’imposta. In particolare, con l'avviso del 23 settembre 2022 è stato precisato che:

  • dalle ore 12:00 del 05/10/2022 sul sito di Invitalia sarà possibile accedere alla sezione informativa dell’incentivo e scaricare il facsimile della domanda, la guida alla compilazione e la modulistica;
  • dalle ore 12:00 del 12/10/2022 sul sito di Invitalia sarà possibile accedere alla piattaforma per compilare il format, caricare gli allegati ed effettuare l’invio della domanda.

Per tutto quanto non espressamente disciplinato,  il rinvio è alle disposizioni di cui al D.M. del 29/12/2021 e all'Avviso pubblico del 18 febbraio 2022. Stando all’Avviso n.12031 del 21/09/2022, poi, i soggetti interessati - oltre a quanto già previsto dall’art. 3 comma 3 dell’Avviso del 18/02/2022 - devono allegare, quale ulteriore documentazione, i titoli debitamente registrati in forza dei quali la sede operativa interessata dall'intervento è nella piena disponibilità dell'impresa. Gli incentivi sono attribuiti secondo l'ordine cronologico delle domande e previa verifica del rispetto dei requisiti soggettivi e oggettivi così come del rispetto dei limiti delle risorse disponibili. L’esaurimento delle risorse sarà comunicato con “avviso” pubblicato sul sito istituzionale del Ministero del Turismo.

Links