Dl Dignità. Compensazioni delle cartelle esattoriali per professionisti e imprese

Pubblicato il



Dl Dignità. Compensazioni delle cartelle esattoriali per professionisti e imprese

Le commissioni Lavoro e Finanze della Camera, il 27 luglio 2018, hanno approvato alcuni emendamenti di matrice fiscale al decreto-legge Dignità in vista dell’arrivo in Aula fissato per lunedì 30 luglio.

Tra le variazioni, compensazioni 2018 delle cartelle esattoriali per professionisti e imprese 

Compensazioni - Professionisti ed imprese, titolari di crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili verso la Pa, potranno anche nel 2018 compensare le cartelle esattoriali, con riferimento ai carichi affidati agli Agenti della riscossione entro il 31 dicembre 2017.

Delocalizzazione - Nel Dl Dignità – n. 87/2018 – è presente la norma che prevede la decadenza, per le imprese italiane ed estere operanti nel territorio nazionale che abbiano fruito di un aiuto di Stato in relazione all'effettuazione di investimenti produttivi, dal beneficio in caso di delocalizzazione dell'attività economica specificamente incentivata (anche in parte) in Stati non appartenenti all'Unione europea, ad eccezione degli Stati aderenti allo Spazio economico europeo, entro cinque anni dalla data di conclusione dell'iniziativa agevolata. E’ prevista anche l’applicazione di una sanzione amministrativa.

Ora si stabilisce che le somme incassate per le sanzioni andranno a finanziare i contratti di sviluppo ai fini della riconversione del sito produttivo in disuso a causa della delocalizzazione, eventualmente anche sostenendo l'acquisizione da parte degli ex dipendenti.

Iperammortamento e Credito d’imposta R&S – Le norme sull’applicazione dell'iperammortamento fiscale vengono sottoposte alla condizione che il processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, su cui si fonda l'agevolazione, riguardi strutture produttive situate nel territorio nazionale, ivi incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti.

Per quanto riguarda il credito d'imposta per attività di ricerca e sviluppo, vengono esclusi dal beneficio alcuni costi di acquisto - anche in licenza d'uso - di beni immateriali connessi ad operazioni infragruppo: si tratta di spese relative a competenze tecniche e privative industriali.

Spesometro – Viene spostata la data della comunicazione dei dati relativi al terzo trimestre 2018: non deve essere effettuata entro il mese di novembre 2018 ma entro il 28 febbraio 2019. Se il soggetto sceglie la trasmissione con cadenza semestrale, i termini per l’adempimento sono fissati al 30 settembre per il primo semestre e al 28 febbraio dell'anno successivo per il secondo semestre.

Viene abrogato lo spesometro per tutti i produttori agricoli assoggettati a regime IVA agevolato.

Split payment – Si stabilisce l’abolizione del meccanismo della scissione dei pagamenti per le prestazioni di servizi rese alle pubbliche amministrazioni per i compensi dei professionisti.

Fattura elettronica per carburanti – Confermato il trasferimento della normativa del Dl 79/2018 nel Dl Dignità.

Allegati Anche in
  • eDotto.com – Edicola del 28 luglio 2018 - Decreto dignità direzione Camera. Voucher per turismo e agricoltura – G. Lupoi