Il debito Imu non inficia la compensazione

Pubblicato il


Il debito Imu non inficia la compensazione

Il contribuente con debiti a ruolo scaduti, di importo superiore a 1.500 euro, relativi all'Imu può compensare il credito Iva con le ritenute operate a titolo di acconto sui redditi di lavoro autonomo. Non è applicabile, infatti, il divieto di compensazione ex articolo 31 del Dl 78/2010. Non rileva la riserva del gettito dell'Imu a favore dello Stato, poiché non incide sulla natura del tributo, che rimane comunale.

L’Agenzia delle entrate, con la risposta n. 385 del 22 settembre 2020, interviene sul divieto di compensazione in presenza di debiti a ruolo scaduti relativi all'Imu.

L’Imposta in argomento non è un tributo erariale, pertanto è inapplicabile, in caso di debiti a ruolo scaduti relativamente a tale tassazione, il divieto di compensazione ex articolo 31 del decreto-legge n. 78 del 2010.

Si tratta dell’articolo che prevede "A decorrere dal 1° gennaio 2011, la compensazione dei crediti di cui all'articolo 17, comma 1, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, relativi alle imposte erariali, è vietata fino a concorrenza dell'importo dei debiti, di ammontare superiore a millecinquecento euro, iscritti a ruolo per imposte erariali e relativi accessori, e per i quali è scaduto il termine di pagamento...".

Nella risposta, è ricordato che le circolari n. 4/E del 15 febbraio 2011 e n. 13/E dell'11 marzo 2011, indicano a titolo esemplificativo i tributi ricompresi nella locuzione "imposte erariali": le imposte dirette tra cui anche l'Irap, le addizionali ai tributi diretti, le ritenute alla fonte (se relativi alle tipologia di imposte prima richiamate), l'imposta sul valore aggiunto e le altre imposte indirette, con esclusione dei tributi locali e dei contributi di qualsiasi natura.

Inoltre, l’Agenzia ribadisce quanto detto dal Dipartimento Finanze del Mef nella Risoluzione n. 2/DF del 2012: la riserva del gettito dell'Imu a favore dello Stato non incide sulla natura del tributo, che rimane comunale.

A sostegno della tesi, la circostanza dell'affidamento dell'accertamento, del contenzioso, della riscossione e dei rimborsi Imu al Comune.

Allegati Anche in
  • edotto.com - Edicola del 19 marzo 2020 - Nuova IMU. Le novità dalla Legge di bilancio 2020 - Moscioni