Interruzione PCT per urgenti interventi sui sistemi

Interruzione PCT per urgenti interventi sui sistemi

Improrogabili ed urgenti interventi sui sistemi” sono la causa dell’improvvisa interruzione che da ieri, 14 novembre 2018, interessa i servizi informatici civili per tutti gli uffici giudiziari dei distretti di Corte di Appello dell’intero territorio nazionale, compresi i Giudici di Pace, ed il Portale dei Servizi Telematici.

Durante l’esecuzione degli interventi, si potranno avere disservizi sia sulla consultazione dei fascicoli, che nell’invio delle notifiche telematiche.

In particolare, per tutti gli utenti “interni”, ovvero magistrati e cancellieri, non sono disponibili i registri di cancelleria e, quindi, per i cancellieri non è possibile procedere all’aggiornamento dei fascicoli, all’invio dei biglietti di cancelleria e all’accettazione dei depositi telematici e non è possibile aggiornare i dati dei fascicoli sulla Consolle del Magistrato.

Tuttavia – viene precisato nella nota pubblicata sul portale dei servizi telematici della Giustizia - durante l’esecuzione degli interventi, è possibile il deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e degli altri soggetti abilitati esterni “anche se i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo dei singoli distretti”.

Si resta in attesa del ripristino dei sistemi che – si legge nella nota – “sarà tempestivamente comunicato”.

DirittoInformatica giuridicaDiritto CivileFunzioni giudiziarie
festival del lavoro