Isa 2022, approvati i modelli per la comunicazione dei dati rilevanti

Pubblicato il



Isa 2022, approvati i modelli per la comunicazione dei dati rilevanti

Sono stati approvati ufficialmente i 175 modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini degli ISA applicabili per il periodo d’imposta 2021, che costituiscono parte integrante della dichiarazione dei redditi da presentare con il modello Redditi 2022.

Con il provvedimento n. 29368, firmato il 31 gennaio 2022 dal direttore dell’Agenzia delle Entrate Ruffini, in primo luogo, sono:

  • individuati i dati economici, contabili e strutturali, da dichiarare da parte dei contribuenti, rilevanti per l’applicazione degli Indici sintetici di affidabilità per il periodo di imposta 2022 (Allegato 1);

  • approvati i modelli con cui i contribuenti comunicano all’Agenzia delle Entrate, in sede di dichiarazione dei redditi, i dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli Indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo di imposta 2021 e della loro successiva evoluzione.

Allo stesso tempo, con il provvedimento si forniscono istruzioni utili ai contribuenti anche: sulla reperibilità dei modelli; sulle modalità per l’acquisizione degli ulteriori dati necessari ai fini dell’applicazione degli Indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo di imposta 2021; sulle modalità di richiesta e acquisizione massiva degli ulteriori dati necessari da parte dei soggetti incaricati alla trasmissione telematica; sulle modalità per la trasmissione dei dati e sulle attività economiche per le quali elaborare gli indici sintetici di affidabilità fiscale (Allegato 4).

Soggetti tenuti all’applicazione degli Isa 2022

E’ specificato dalla stessa Agenzia che i suddetti modelli dovranno essere utilizzati dai contribuenti che nel 2021 hanno esercitato, in via prevalente, una delle attività economiche soggette agli Isa, nel settore dell’agricoltura, delle manifatture, dei servizi, delle attività professionali e del commercio.

Tali soggetti sono, infatti, tenuti alla presentazione dei modelli, nel caso in cui l'importo dei ricavi dichiarati relativi alle attività non rientranti tra quelle prese in considerazione dall'Isa superi il 30% dell'ammontare totale dei ricavi dichiarati, qualora svolgano attività d'impresa, arte o professione con gruppo Iva e qualora abbiano subito una diminuzione di almeno il 33% dei ricavi nel periodo di imposta 2021 rispetto al 2019.

Modelli Isa 2022, novità per le cause di esclusione Covid-19

I 175 modelli del 2022 tengono conto dell’aggiornamento della classificazione delle attività economiche Ateco 2007 predisposto per la produzione e la divulgazione di dati statistici a partire dal 1° gennaio 2022 che, come reso noto dall’Istat, sarà adottato per finalità statistiche e amministrative a partire dal 1° aprile 2022.

Tra le novità da segnalare, con riferimento ai modelli online per il periodo d’imposta 2021, vi è che il numero delle cause di esclusione dagli Isa legate all’emergenza Covid-19, che sono state introdotte lo scorso anno, sono passate da tre ad una.

Il provvedimento n. 29368/2022, come le istruzioni alla compilazione dei modelli, indicano, al momento, che l’unica causa di esclusione valida è quella che interessa i contribuenti che hanno subito una diminuzione di almeno il 33% dei ricavi di cui all’art. 85 comma 1, esclusi quelli di cui alle lett. c), d) ed e), ovvero dei compensi di cui all’art. 54 comma 1 del TUIR, nel periodo d’imposta 2021, rispetto al periodo d’imposta 2019.

La permanenza di tale causa di esclusione anche per il periodo 2021 era stata approvata all’unanimità, nel corso della riunione del 17 dicembre 2021, dalla Commissione degli Esperti per gli indici sintetici di affidabilità fiscale.

Si ricorda, invece, che lo scorso anno furono esonerati anche:

  • i contribuenti che avevano aperto la partita Iva dal 1° gennaio 2019;
  • coloro che esercitano, in maniera prevalente, le attività economiche interessate da una reiterata sospensione dell’esercizio dell’attività per effetti di provvedimento collegato all’emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

Sempre nel corso della suddetta riunione, la Commissione degli Esperti non ha negato che l’unica causa di esclusione ora accettata possa essere affiancata dalla decisione di escludere specifiche categorie economiche, qualora dalle analisi in corso, emerga l’evidenza di particolari situazioni di difficoltà economica per determinati settori di attività, come avvenuto lo scorso anno.

È bene ricordare, poi, che per coloro che sono esclusi dagli Indici di affidabilità fiscale a causa del Covid, anche quest’anno rimane l’obbligo di dover presentare ugualmente il modello Isa, ai soli fini statistici.

Infine, resta valida l’avvertenza secondo cui l’ammontare dei contributi e delle indennità di qualsiasi natura che non concorrono alla formazione del reddito, erogati in via eccezionale a seguito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, non devono essere indicati in alcun rigo dei quadri F e H.

Modelli Isa 2022, reperibilità e trasmissione

I modelli Isa, corredati dalle relative istruzioni, sono reperibili online sul sito dell’Amministrazione finanziaria.

Essi devono essere trasmessi per via telematica unitamente alla dichiarazione dei redditi.

Per la trasmissione telematica dei modelli i contribuenti, o un loro intermediario, possono avvalersi dei canali Entratel o Fisconline, messi a disposizione dall’Agenzia

I soggetti incaricati della trasmisisone telematica, devono comunicare al contribuente, dopo aver ultimato correttamente l’invio, i dati relativi all’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale, compresi quelli relativi al calcolo del punteggio di affidabilità, utilizzando gli appositi modelli o un prospetto, contenente tutti i dati trasmessi, conforme per struttura e sequenza ai modelli approvati con il provvedimento del 31 gennaio.

Allegati