Lombardia, un protocollo per contrastare l’irregolarità in edilizia

Lombardia, un protocollo per contrastare l’irregolarità in edilizia

Ance Lombardia, Feneal Uil Lombardia, Filca Cisl Lombardia, Fillea Cgil Lombardia e Anci Lombardia hanno firmato, in data 15 maggio 2018, un protocollo per il contrasto alle irregolarità nei cantieri edili.

Prevede che il sistema informatico delle Casse Edili della Lombardia acquisisca e gestisca, oltre ai dati relativi alle notifiche preliminari, anche i dati relativi agli interventi edili comunicati ai Comuni lombardi.

Si aggiunge così un nuovo importante tassello per la costituzione di banche dati sempre più dettagliate, coordinate, complete e aggiornate grazie alle quali le Casse Edili presenti su tutto il territorio potranno acquisire i dati relativi agli interventi comunicati ai Comuni consentendo, quindi, l’integrazione delle informazioni dei diversi database.

E’ prevista, inoltre, anche l’istituzione di una cabina di regia, che dovrà selezionare un primo gruppo di Comuni con i quali verificare l’efficacia della nuova sperimentazione per una successiva implementazione e diffusione su scala generale.

Per Fillea, Filca, Feneal, Ance e Anci l'accordo “esprime l’impegno della società civile e delle Istituzioni nell’attuazione di politiche che perseguano l’obiettivo di garantire livelli sempre più alti di regolarità e sicurezza nei cantieri edili lombardi, individuando le imprese che, pur eseguendo lavorazioni edili, applicano contratti collettivi non coerenti con tali attività e che quindi sfuggono alla rete della formazione e della sicurezza assicurata dalla Bilateralità edile. Si tratta, quindi, di un’iniziativa fondamentale al fine di realizzare azioni concrete per contrastare operatori economici che agiscono al di fuori delle regole, falsando la corretta concorrenza tra le imprese”.

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 24 ottobre 2017 – Edilizia, iscrizione alla Casse Edile requisito obbligatorio per ottenere il DURC – Schiavone
LavoroSicurezza sul lavoro