Ordinamento carcerario, casellario, spese intercettazioni: pubblicati i Decreti

Ordinamento carcerario, casellario, spese intercettazioni: pubblicati i Decreti

Sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale (n. 250 del 26 ottobre 2018 - Suppl. Ordinario n. 50), i 5 Decreti legislativi varati dall’Esecutivo in tema di ordinamento penitenziario, vita detentiva, casellario giudiziale, spese di giustizia per le operazioni di intercettazione ed esecuzione delle pene nei confronti dei condannati minorenni.

I provvedimenti, si rammenta, recano attuazione alla delega contenuta nella Legge n. 103/2017, di riforma nel settore penale.

Riforma ordinamento penitenziario: assistenza sanitaria e vita in carcere

In primo luogo, il Decreto legislativo n. 123 del 2 ottobre 2018 costituisce il testo di riforma dell'ordinamento penitenziario, specificamente posto in attuazione della delega di cui all'articolo 1, commi 82, 83 e 85, lettere a), d), i), l), m), o), r), t) e u), della Legge n. 103/2017.

In esso, sono contenute disposizioni per la riforma dell'assistenza sanitaria in ambito penitenziario nonché disposizioni per la semplificazione dei procedimenti; sono, inoltre, introdotte modifiche in tema di competenze degli uffici locali di esecuzione esterna e della polizia penitenziaria nonché disposizioni in tema di vita penitenziaria.

In particolare, viene affermato il diritto dei detenuti a ricevere prestazioni sanitarie tempestive e appropriate e sono introdotte disposizioni volte a rafforzare il rispetto della dignità della persone nel trattamento penitenziario, l'imparzialità e il contrasto a ogni forma di discriminazione, comprese le discriminazioni di sesso, dovute al genere o all'orientamento sessuale, alle condizioni economiche e sociali, alle opinioni politiche e alle credenze religiose.

Lavoro penitenziario

Il secondo Decreto legislativo, n. 124/2018, reca invece disposizioni di riforma dell'ordinamento penitenziario in materia di vita detentiva e lavoro penitenziario, costituendo attuazione della delega di cui all'articolo 1, commi 82, 83 e 85, lettere g), h) e r), della Legge n. 103.

Questo è volto ad incrementare, per i detenuti, le opportunità: di lavoro retribuito, sia intramurario sia esterno; di attività di volontariato individuale; di reinserimento sociale dei condannati.

Spese per intercettazioni, pagamenti velocizzati

Tra gli altri provvedimenti, il Decreto legislativo n. 120/2018 contiene disposizioni volte ad armonizzare la disciplina delle spese di giustizia, di cui al DPR n. 115/2002, in materia di spese per le prestazioni obbligatorie e funzionali alle operazioni di intercettazione.

Lo stesso, nel dettaglio, attua la delega di cui all'articolo 1, comma 91, della Legge n. 103/2017, prevedendo misure volte a velocizzare le operazioni di pagamento nonché chiarendo anche che la competenza ad emettere il decreto con il quale vengono liquidate le spese spetti al magistrato dell’ufficio del Pm che ha eseguito o richiesto le intercettazioni.

Condannati minorenni: esecuzione pena con istanze educative

Rispetto all’esecuzione delle pene nei confronti dei condannati minorenni, il Decreto legislativo n. 121/2018 ne introduce una nuova disciplina, attuando la delega di cui all'articolo 1, commi 81, 83 e 85, lettera p), della Legge di riforma n. 103.

Per questi soggetti, le nuove norme sono volte a valorizzare le istanze educative e di reinserimento sociale: la detenzione, viene sancito, deve essere contemperata con le istanze pedagogiche.

Casellario giudiziale, disciplina modificata

Per finire, il Decreto legislativo n. 122/2018 contiene norme di revisione della disciplina del casellario giudiziale, in attuazione della delega di cui all'articolo 1, commi 18 e 19, della citata Legge n. 103/2017.

Con il provvedimento, la normativa del casellario viene adeguata alle modifiche intervenute nella materia penale, anche processuale e nel diritto dell’Unione europea, in materia di privacy.

Tra le altre misure, il decreto introduce modifiche al testo unico del casellario in materia di provvedimenti iscrivibili, di eliminazione delle iscrizioni, di ufficio iscrizione, ufficio territoriale, ufficio locale, ufficio centrale, di servizi certificativi.

Le disposizioni di questo D. Lgs., per espressa previsione, acquisteranno efficacia decorso un anno dalla data della relativa pubblicazione in GU.

I cinque Decreti legislativi entreranno in vigore il 10 novembre 2018.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Punto & Lex 28 settembre 2018 - Ordinamento penitenziario: approvata la riforma - Pergolari
DirittoDiritto PenaleProcessuale penaleMisure cautelari e di sicurezza
festival del lavoro