Pace fiscale: chiuso il cerchio con il "saldo e stralcio" per i contribuenti in difficoltà

Pace fiscale: chiuso il cerchio con il "saldo e stralcio" per i contribuenti in difficoltà

Nell’ambito delle diverse opzioni che la pace fiscale offre ai debitori di definire, appunto, i propri debiti con il Fisco, vi sono due misure che sono rivolte in modo particolare alla sanatoria o “pulizia” dei debiti anche di piccoli importi nei confronti dell’Agente della riscossione.

È stato, in particolare, previsto nel collegato fiscale alla Legge di Bilancio 2019 (D.L. 119 del 23 ottobre 2018 convertito nella Legge n. 136 del 17 dicembre 2018) l’annullamento automatico dei debiti tributari fino a mille euro (comprensivo di capitale, interessi e sanzioni) risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010.

Successivamente, vi è stata come ultimo tassello della pace fiscale, l’introduzione a cura della Legge di Bilancio 2019 (Legge n. 145 del 30 dicembre 2018), della tanto annunciata misura del “saldo e stralcio” dei debiti iscritti a ruolo per i soggetti in difficoltà economica.

I debiti fino a mille euro che ormai sono stati cancellati al 31 dicembre 2018, erano quelli risultanti dai singoli carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017, derivanti dall’omesso versamento di imposte indicate nelle dichiarazioni annuali.

Il debito doveva già essere iscritto a ruolo e, pertanto, pur non essendo necessaria la notifica della relativa cartella, non era sufficiente il solo avviso bonario recapitato al contribuente.

La misura prevista dalla Legge di Bilancio 2019 permetterà, invece, l’estinzione dei debiti per i soggetti che versano in una grave e comprovata situazione di difficoltà economica certificata con il modello Isee. Beneficeranno di questa tipologia di definizione agevolata anche coloro che si trovano in uno stato di sovraindebitamento e che hanno presentato la domanda per la liquidazione di tutti i propri beni (prevista dall’articolo 14-ter della Legge 3/2012).

Links

Approfondimenti
festival del lavoro