Permessi 104 e congedo straordinario: domande telematiche anche per le parti dell’unione civile

Pubblicato il


Permessi 104 e congedo straordinario: domande telematiche anche per le parti dell’unione civile

A seguito dell’entrata in vigore della Legge n 76/2016 sulle unioni civili e della sentenza della Corte Costituzionale n. 213/2016, l’INPS, con circolare n. 38/2017, ha reso noto che:

  • la parte dell’unione civile che presta assistenza all’altra parte, può usufruire di:
    • permessi ex lege n. 104/92;
    • congedo straordinario ex art. 42, comma 5, D.Lgs. n. 151/2001;
  • il convivente di fatto che presta assistenza all’altro convivente, può usufruire unicamente di permessi ex lege n. 104/92.

In data 20 giugno 2016, con messaggio n. 2545, l’Istituto ha comunicato che è stata effettuata l’implementazione delle relative procedure informatiche per l’invio con modalità telematica; per cui, nello specifico:

  • l’applicazione per l’invio telematico delle domande di Legge n. 104/92 è stata integrata con la possibilità di acquisire le domande, degli uniti civilmente e dei conviventi di fatto, per richiedere i giorni di permesso per assistenza alla parte di un’unione civile o ai conviventi di fatto con disabilità in situazione di gravità;
  • l’applicazione per l’invio telematico delle domande di congedo straordinario è stata integrata con la possibilità di acquisire le domande degli uniti civilmente, per richiedere i giorni di congedo straordinario per assistenza alla parte di un’unione civile con disabilità in situazione di gravità.
Allegati Anche in
  • eDotto.com – Edicola del 3 aprile 2017 – Unioni civili: risvolti previdenziali – Schiavone