Piccoli coloni, fissate le retribuzioni medie giornaliere 2020

Pubblicato il


Piccoli coloni, fissate le retribuzioni medie giornaliere 2020

Fissate, per l’anno 2020, le retribuzioni medie giornaliere ai fini dei contributi e delle prestazioni previdenziali per alcune categorie di lavoratori agricoli (piccoli coloni e compartecipanti familiari). È quanto previsto con Decreto del Direttore generale per le politiche previdenziali e assicurative del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali del 7 luglio 2020, pubblicato alla stessa data nella sezione “pubblicità legale”, che fissa il reddito medio convenzionale giornaliero dei predetti lavoratori, per quest’anno, nella misura di 59,45 euro.

Gli importi, stabiliti per singole province, sono suddivisi per categoria (OTD, OTI comuni, OTI qualificati, OTI qualificati super, OTI specializzati e OTI specializzati super), come illustrato nell’allegata tabella al Decreto. Ad esempio, nella provincia di Agrigento le retribuzioni medie giornaliere ai fini previdenziali ammontano a:

  • 67,66 euro per gli operai a tempo determinato;
  • 53,58 euro per gli operai a tempo indeterminato comuni;
  • 60,64 euro per gli operai a tempo indeterminato qualificati;
  • 64,68 euro per gli operai a tempo indeterminato qualificato super;
  • 65,94 euro per gli operai a tempo indeterminato specializzati;
  • 70 euro per gli operai a tempo indeterminato specializzati super.

Retribuzioni medie giornaliere agricoli, modalità di calcolo

Ai fini del calcolo dei contributi e della misura delle pensioni per gli iscritti alla gestione di cui all’art. 28 della L. n. 88/1989, il reddito medio convenzionale giornaliero, per l’anno 2020, in riferimento a ciascuna fascia di reddito agrario di cui alla tabella allegata alla L. n. 233/1990, come modificata dall’art. 1 del D.Lgs. n. 146/1997, è determinato nella misura di 59,45 euro.

In particolare, il reddito medio dei mezzadri e coloni che optano, a domanda, per l’iscrizione nell’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti dei lavoratori dipendenti, per l’anno 2020, è parificato a quello determinato, per il medesimo anno, nella tabella di cui al primo capoverso del decreto in trattazione per la categoria dei salariati fissi. Ove siano previste retribuzioni medie diverse per le varie categorie di salariati fissi, il reddito medio da considerare è quello corrispondente alla classe di retribuzione meno elevata.

Allegati Anche in
  • edotto.com – Edicola del 25 novembre 2019 - Agricoltura, fornite le retribuzioni degli OTI e OTD per l’anno 2019-2020 – Bonaddio