Ravvedimento breve e sprint entro il 30 dicembre

Pubblicato il


Si avvicina il 30 dicembre 2011, giorno entro il quale i contribuenti potranno sanare gli omessi o ritardati pagamenti delle imposte che erano in scadenza tra il 30 novembre e il 16 dicembre 2011.

Con il ravvedimento "breve", entro trenta giorni dal termine di pagamento, si potranno regolarizzare i tributi che erano in scadenza il 30 novembre: acconto delle imposte sui redditi, dell'Irap o della cedolare secca. Il modello da utilizzare è l'F24, la sanzione è del 3%, gli interessi sono dell'1,5% annuo, calcolati dal 1° dicembre al giorno del versamento compreso.

Possono usufruire del ravvedimento "sprint" coloro che hanno versato le imposte dal 1° dicembre al 14 dicembre 2011, ma non hanno effettuato i versamenti entro il 30 novembre 2011. Beneficeranno della sanzione ridotta allo 0,2% per ogni giorno di ritardo, contro il 30% dell'ordinaria, e degli interessi dell'1,5% annuo.

Il ravvedimento "sprint" riguarda anche i contribuenti che non hanno provveduto ai versamenti in scadenza il 16 dicembre 2011: i pagamenti si potranno effettuare entro 14 giorni dal termine della scadenza. La sanzione va dallo 0,2% per un giorno di ritardo al 2,80% per 14 giorni di ritardo. Dal quindicesimo al trentesimo giorno, la sanzione da applicare è quella fissa del 3%. Gli interessi dovuti sono dell'1,5%.
Links