Rottamazione ter e saldo stralcio anche per le cartelle sospese a L’Aquila

Rottamazione ter e saldo stralcio anche per le cartelle sospese a L’Aquila

Il 30 aprile 2019 scade il termine per presentare la domanda di adesione ai provvedimenti di definizione agevolata delle cartelle, la “rottamazione-ter” (Legge n. 136/2018) e il “saldo e stralcio” (Legge n. 145/2018).

Le due misure agevolative riguardano anche le cartelle di pagamento sospese a seguito dell’evento sismico del 2009 che, in presenza dei presupposti richiesti dalla legge (art. 33, comma 28, della legge n. 183/2011), fruiscono delle specifiche agevolazioni previste per le zone colpite dal sisma ovvero della riduzione al 40% dei debiti erariali e/o della possibilità di estinguere gli stessi debiti in 120 rate mensili.

Così, l’Agenzia delle entrate-Riscossione in un comunicato stampa del 15 aprile 2019.

Le agevolazioni ferma restando la riduzione al 40%  

Dunque, le agevolazioni in argomento valgono anche per le cartelle sospese per il sisma a L’Aquila, che già fruiscono delle specifiche agevolazioni previste per le zone colpite, ossia la riduzione al 40% dei debiti erariali e/o possibilità di estinguere gli stessi debiti in 120 rate mensili: "qualora il contribuente acceda alla rottamazione-ter o al saldo e stralcio saranno applicate, ferma restando la riduzione al 40% ove spettante, le modalità di pagamento previste per le predette misure agevolative".

Ai fini dell’attività di ripresa della riscossione delle cartelle sospese, Agenzia delle entrate-Riscossione invierà ai contribuenti interessati una comunicazione che riporterà le eventuali agevolazioni riconosciute e le modalità di pagamento dei debiti residui.

La domanda

La domanda di adesione ai provvedimenti di definizione agevolata può essere effettuata direttamente online, utilizzando il servizio “Fai D.A. te” sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Il servizio è disponibile sia in area pubblica, senza necessità di pin e password, sia in area riservata del sito utilizzando Spid o le credenziali personali fornite da Agenzia delle entrate o dall’Inps.

In alternativa, è possibile compilare gli appositi modelli (DA-2018 per la “rottamazione-ter” e SA-ST per il “saldo e stralcio”), disponibili in tutti gli sportelli e sul sito web dell’Agenzia, e inviarli tramite posta elettronica certificata (Pec) agli indirizzi indicati sui moduli.

È possibile anche delegare un professionista di fiducia a trasmettere online la domanda di adesione con il servizio Equipro o consegnare i moduli compilati e firmati direttamente agli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com - Edicola del 12 aprile 2019 - Rottamazione-ter. Delega cartacea all’intermediario per soggetti Iva - Pichirallo
AgevolazioniFisco