Sanzioni in tema di sicurezza alimentare. Misure urgenti in GU

Pubblicato il


Sanzioni in tema di sicurezza alimentare. Misure urgenti in GU

E’ stato pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n. 72 del 24 marzo 2021, il Decreto legge n. 42 del 22 marzo 2021 recante misure urgenti sulla disciplina sanzionatoria in materia di sicurezza alimentare.

Si tratta del provvedimento con cui l’Esecutivo è intervenuto a evitare l’effetto abrogativo delle disposizioni sanzionatorie di carattere penale e amministrativo in materia di illeciti alimentari, come conseguenza del recente Decreto legislativo n. 27/2021.

Il Consiglio dei ministri, nella seduta del 19 marzo 2021, ha infatti ritenuto come “straordinaria e urgente” la necessità di modificare, prima della sua entrata in vigore, la disciplina delle abrogazioni introdotta con il predetto decreto legislativo e, segnatamente, con l’articolo 18 di tale ultimo provvedimento.

Sicurezza alimentare. Salva la tutela sanzionatoria penale e amministrativa

Si è voluto in questo modo impedire che rilevanti settori relativi alla produzione e alla vendita delle sostanze alimentari e bevande restassero privi di tutela sanzionatoria penale e amministrativa con pregiudizio della salute dei consumatori.

L’art. 1 dell’odierno Decreto legge dispone, così, a modifica dell'articolo 18 del Decreto legislativo richiamato:

  • che al comma 1, la lettera b), le parole “di cui agli articoli 7, 10 e 22” siano sostituite dalle seguenti: “di cui agli articoli 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 12-bis, 13, 17, 18, 19 e 22”;
  • che al comma 1, la lettera c), le parole “fatta salva la disposizione di cui all'articolo 7” siano sostituite dalle seguenti: “fatte salve le disposizioni di cui agli articoli 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 e 12”;
  • che al comma 1, la lettera d), siano aggiunte, in fine, le parole: “fatta salva l'applicazione delle disposizioni di esecuzione degli articoli 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 12-bis, 13, 17, 18, 19 e 22 della legge 30 aprile 1962, n. 283, e successive modificazioni”.

E’ stata “salvata” dall’abrogazione, tra le altre, la disposizione che punisce l'impiego, nella preparazione di alimenti o bevande, nonché la vendita, la detenzione per vendere o somministrare, di sostanze alimentari:

  • private, anche in parte dei propri elementi nutritivi o mescolate a sostanze di qualità inferiore o comunque trattate in modo da variarne la composizione naturale;
  • in cattivo stato di conservazione;
  • con cariche microbiche superiori ai limiti di legge;
  • insudiciate, invase da parassiti, in stato di alterazione o comunque nocive, ovvero sottoposte a lavorazioni o trattamenti diretti a mascherare un preesistente stato di alterazione.

Il DL è entrato in vigore oggi, 25 marzo, giorno successivo a quello della sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Allegati