Servizi telematici processo civile, interruzioni luglio 2018

Servizi telematici processo civile, interruzioni luglio 2018

Sul portale web dei servizi telematici civili del ministero della Giustizia è stata resa nota un’informativa concernente le prossime interruzioni dei servizi, relative a luglio 2018.

Le interruzioni coinvolgeranno tutti gli uffici giudiziari dei distretti di Corte di Appello dell’intero territorio nazionale, compresi i Giudici di Pace, ed il Portale dei Servizi Telematici e si avranno da venerdì 6 luglio 2018, a partire dalle ore 17, fino, presumibilmente, alle ore 8 di lunedì 9 luglio 2018.

La sospensione dei servizi – viene spiegato - è dovuta all’installazione di modifiche migliorative e correttive.

Nella nota, viene precisato che, durante l’esecuzione delle attività di manutenzione:

  • rimarranno attivi i servizi di posta elettronica certificata (saranno, quindi, disponibili le funzionalità relative al deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e degli altri soggetti abilitati “esterni” anche se i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo di tutti i sistemi);
  • non sarà possibile consultare i fascicoli degli uffici dei distretti coinvolti dal fermo dei sistemi;
  • non saranno disponibili, per tutti gli utenti “interni” (ossia magistrati e cancellieri), i registri di cancelleria (e quindi, per i cancellieri, non sarà possibile procedere all’aggiornamento dei fascicoli, all’invio dei biglietti di cancelleria e all’accettazione dei depositi telematici, e non sarà possibile aggiornare i dati dei fascicoli sulla Consolle del Magistrato).

Servizi informatici indisponibili

Nel dettaglio, viene specificato che i servizi informatici del settore civile resi indisponibili saranno:

  • l’aggiornamento (anche da fuori ufficio) della consolle del magistrato;
  • il deposito telematico di atti e provvedimenti da parte dei magistrati;
  • tutte le funzionalità del portale dei servizi telematici;
  • tutte le funzioni di consultazione da parte dei soggetti abilitati esterni;
  • i pagamenti telematici compreso il pagamento del contributo di pubblicazione di un’inserzione sul Portale delle Vendite.
DirittoFunzioni giudiziarieDiritto CivileProcedura civileInformatica giuridica