Sicurezza a immigrazione: maxiemendamento al voto in Senato

Sicurezza a immigrazione: maxiemendamento al voto in Senato

In Senato, come preannunciato, il Governo ha posto la questione di fiducia sull'approvazione dell'emendamento interamente sostitutivo del Ddl di conversione del Decreto-legge n. 113/2018, in materia di protezione internazionale, immigrazione e sicurezza pubblica.

Sono in corso, nella seduta di oggi, le dichiarazioni di voto a cui seguirà la chiama per il voto.

Lista dei Paesi sicuri, reato di accattonaggio molesto

Tra le novità inserite in sede di conversione nel testo dell’emendamento interamente sostitutivo, si segnala la disposizione concernente la lista dei “Paesi di origine sicuri”, un elenco che verrà adottato e periodicamente aggiornato dal ministero dell’Interno, al fine di accelerare la procedura di esame delle domande di protezione internazionale.

A seguire, vengono ampliate le cause di manifesta infondatezza delle richieste di asilo e raddoppiati, a sei mesi, i tempi di trattenimento nei Centri di permanenza per i rimpatri.

Viene, altresì, introdotto il reato di “accattonaggio molesto” che punisce con l’arresto da tre a sei mesi e con una multa da 3mila a 6mila euro chi esercita l’accattonaggio con modalità vessatorie e simulando deformità o malattie o attraverso “mezzi fraudolenti per destare l’altrui pietà”, sanzionando anche chi organizza l’altrui accattonaggio con l’arresto da uno a tre anni.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Punto & Lex 6 novembre 2018 - Decreto sicurezza e immigrazione. Conversione in vista di fiducia - Pergolari
DirittoDiritto Amministrativo