Sisma Centro Italia, ripresa dei versamenti contributivi

Sisma Centro Italia, ripresa dei versamenti contributivi

Regole in chiaro per la ripresa degli adempimenti e versamenti contributivi sospesi, a causa degli eventi sismici verificatisi nei territori delle regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo in data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017. In particolare, i versamenti contributivi possono essere effettuati in due modi:

  • in unica soluzione, entro il 15 ottobre 2019, senza applicazione di sanzioni e interessi;
  • mediante rateizzazione, fino ad un massimo di 120 rate mensili di pari importo, senza applicazione di sanzioni e interessi, con il versamento dell’importo corrispondente al valore delle prime cinque rate entro il 15 ottobre 2019.

Ne dà notizia l’INPS, con il messaggio 3247 del 6 settembre 2019.

Sisma Centro Italia, recupero contributi sospesi per datori di lavoro privati

I datori di lavoro privati con dipendenti, ai fini della compilazione del flusso Uniemens, per i periodi di paga decorrenti dalla data dell’evento sismico ad agosto 2017, sono tenuti a inserire nell’elemento <DenunciaAziendale>, <AltrePartiteACredito>, <CausaleACredito> il valore “N964” e le relative <SommeACredito> (che rappresentano l’importo dei contributi sospesi).

Sisma Centro Italia, recupero contributi sospesi per artigiani e commercianti

Per la ripresa dei versamenti da effettuare entro la data del 15 ottobre 2019 (in unica soluzione oppure tramite versamento delle prime cinque rate in caso di rateizzazione) gli artigiani e commercianti possono utilizzare il mod. F24, indicando l’apposita codeline presente a decorrere dal 9 settembre 2019 nelle comunicazioni bidirezionali del “Cassetto previdenziale”, nella sezione “Atti emessi – dilazioni” (tipo atto: “Indicazioni generiche per ripresa pagamenti su contributi sospesi”).

Sisma Centro Italia, recupero contributi sospesi per liberi professionisti

Per i liberi professionisti iscritti alla gestione separata INPS, il pagamento deve essere effettuato mediante il mod. F24. I dati necessari alla compilazione della delega di pagamento (Sede INPS, causale e periodo) sono indicati nella lettera, già inviata in sede di tariffazione, contenente gli estremi per il versamento dei contributi.

Sisma Centro Italia, recupero contributi lavoratori domestici

Infine, i contributi per lavoro domestico riferiti ai singoli periodi devono essere versati, entro la scadenza del 15 ottobre 2019, con le seguenti consuete modalità:

  • bollettini MAV;
  • avvisi di pagamento PagoPA;
  • circuito “Reti Amiche” (uffici postali, tabaccherie che espongono il logo “Servizi Inps”, sportelli bancari Unicredit);
  • online, sul sito internet dell’INPS.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 19 luglio 2019 - Sisma Centro Italia, contributi INAIL per le imprese non danneggiate – Bonaddio
ImpreseFinanziamenti e Agevolazioni