Sistema TS. Modalità per la compilazione agevolata delle spese sanitarie e veterinarie sul sito delle Entrate

Sistema TS. Modalità per la compilazione agevolata delle spese sanitarie e veterinarie sul sito delle Entrate

Il ministero dell’Economia e delle Finanze fornisce informazioni, con decreto del 27 aprile 2018, sulle modalità operative del Sistema tessera sanitaria, per consentire la compilazione agevolata delle spese sanitarie e veterinarie sul sito delle Entrate, nonché per la consultazione da parte del cittadino dei dati delle proprie spese sanitarie.

Il documento dà, quindi, attuazione a quanto previsto dal provvedimento n. 76048 del 9 aprile 2018 del Direttore dell'Agenzia delle Entrate con cui viene introdotta, a partire dall'anno d'imposta 2017, la possibilità per il contribuente di rettificare i dati delle spese sanitarie e veterinarie, nell'ambito del servizio per la compilazione agevolata del quadro relativo agli oneri deducibili e detraibili della dichiarazione dei redditi.

Il decreto 27 aprile 2018, che ha ottenuto il parere del Garante per la protezione dei dati personali il 26 aprile 2018, apporta modifiche al decreto Mef 31 luglio 2015, al fine di prevedere le specifiche tecniche e le modalità operative di compilazione agevolata da parte del contribuente, di cui al provvedimento n. 76048 del 9 aprile 2018.

Modalità di compilazione agevolata

Si prevede che, dall’anno d’imposta 2017, il Sistema TS renda disponibili all’Agenzia delle Entrate le funzionalità riferite ai dati delle spese sanitarie e veterinarie, per la compilazione agevolata dei medesimi dati da parte del contribuente sul sito dell’Agenzia, anche con riferimento alle spese sanitarie sostenute per i familiari a carico e ai relativi rimborsi.

Con riferimento alla compilazione agevolata, il Sistema TS rende disponibili alle Entrate:

  • la consultazione dei dati di dettaglio;
  • l’inserimento di un nuovo documento fiscale di spesa o rimborso da utilizzare nella dichiarazione dei redditi. In questo caso, il contribuente dichiarante deve indicare la data di pagamento/rimborso, il soggetto che ha emesso il documento fiscale e l’importo della spesa o del rimborso, indicando, facoltativamente, anche la partita IVA del soggetto che ha emesso il documento fiscale e il numero del documento stesso; se la spesa sanitaria è riferita a un familiare a carico, il contribuente deve inserire la relativa percentuale di sostenimento della spesa;
  • la modifica di un documento fiscale di spesa o rimborso da utilizzare nella dichiarazione dei redditi. Il contribuente dichiarante può modificare l'importo del documento di spesa o del rimborso e l'indicazione di utilizzo della spesa ai  fini  della precompilata;
  • l’indicazione di non utilizzo nella dichiarazione dei redditi di un documento fiscale di spesa o rimborso;
  • il calcolo della somma complessiva delle spese sanitarie afferenti al contribuente dichiarante e/o ai suoi familiari a carico, sulla base delle relative percentuali di carico, nonché delle variazioni di cui sopra.

Accesso esclusivo delle Entrate

Il decreto del 27 aprile 2018, pubblicato nella “Gazzetta Ufficiale” n. 110 del 14/5/2018, spiega che il Sistema TS, attraverso sistemi informatici, rende disponibili all'accesso esclusivo dell'Agenzia delle Entrate i totali delle spese sanitarie e veterinarie riferite sia al contribuente dichiarante che ai suoi familiari a carico.

Consultazione del cittadino

Il cittadino può inoltre consultare i dati delle spese sanitarie, resi disponibili dal Sistema TS.

Dal 1° gennaio dell’anno di riferimento della spesa al 31 gennaio dell’anno successivo, il cittadino potrà inviare una segnalazione ai fini della correzione dei dati, utilizzando le funzionalità del Sistema TS; questo invierà la segnalazione di errore al soggetto che ha trasmesso i dati, al fine di consentirne la correzione e il relativo invio nei termini previsti.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 3 maggio 2018 - Precompilata. Dal 7 maggio attiva la compilazione assistita – Pichirallo
DichiarazioniFiscoModelli di dichiarazione e di versamento