Sport dilettantistico. Sotto la lente dell'Agenzia i regimi e le agevolazioni fiscali

Sport dilettantistico. Sotto la lente dell'Agenzia i regimi e le agevolazioni fiscali

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una importante circolare (la n. 18 del 1° agosto 2018) che si occupa della disciplina fiscale delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche senza fini di lucro.

Il documento di prassi affronta le problematiche emerse nel corso del tavolo tecnico dell’Agenzia e il Coni (Comitato olimpico nazionale), oltre a fornire chiarimenti (con la formula domanda/risposta) in riferimento a temi riguardanti le agevolazioni fiscali previste per il settore dello sport dilettantistico.

La corposa circolare si occupa, ad esempio, del perimetro applicativo della legge 398/91, degli effetti della riforma del terzo settore sullo sport dilettantistico, e della corretta applicazione dell’articolo 148 comma 3 del Tuir, in tema di attività connesse agli scopi istituzionali e alla relativa individuazione dei relativi proventi conseguiti nell’esercizio di suddette attività.

Si ricorda che a partire dal 2019, l’inserimento da parte degli organismi affilianti nel registro Coni delle attività poste in essere dai sodalizi iscritti costituirà per l’Agenzia delle Entrate, tra l’altro, “una importante funzione ricognitiva degli enti sportivi dilettantistici ed è quindi particolarmente utile anche ai fini della selezione delle attività di controllo in merito alla spettanza dei benefici fiscali per essi previsti.

Links

Approfondimenti