Srl e Srls costituite via telematica. Decreto in Gazzetta Ufficiale

Pubblicato il



Srl e Srls costituite via telematica. Decreto in Gazzetta Ufficiale

È approdato in Gazzetta Ufficiale il Decreto legislativo n. 183 dell’8 novembre 2021, di recepimento della direttiva (UE) 2019/1151, relativa all'uso di strumenti e processi digitali nel diritto societario.

Si tratta del provvedimento che introduce la possibilità di costituzione delle società a responsabilità limitata e delle società a responsabilità limitata semplificata mediante atto pubblico informatico, definitivamente approvato dal Consiglio dei ministri lo scorso 4 novembre 2021.

Costituzione società in modalità digitale 

Ai sensi dell’art. 2 del nuovo decreto, in particolare, si prevede che l’atto costitutivo delle Srl e delle Srls aventi sede in Italia e con capitale versato mediante conferimenti in denaro, possa essere ricevuto dal notaio, per atto pubblico informatico, con la partecipazione in videoconferenza delle parti richiedenti o di alcune di esse.

Il ricevimento degli atti avviene mediante l'utilizzo di una piattaforma telematica predisposta e gestita dal Notariato.

La piattaforma consente l'accertamento dell’identità, la verifica dell'apposizione, da parte di chi  ne è titolare, della firma digitale o di altro tipo di firma elettronica qualificata, la verifica e l'attestazione della validità dei certificati di firma utilizzati nonché la percezione di ciò che accade alle parti collegate in videoconferenza nel momento in cui manifestano la loro volontà. 

Il notaio ha comunque la facoltà di interrompere la stipula dell'atto in videoconferenza, chiedendo la presenza fisica delle parti, o di alcune di esse, laddove dubiti dell’identità del richiedente o se rilevi il mancato rispetto delle norme in tema di capacità di agire e capacità dei richiedenti di rappresentare una società.

Tra le altre novità, è ammesso che gli atti costitutivi delle società possano essere ricevuti dal notaio per atto pubblico informatico anche utilizzando modelli uniformi – redatti anche in inglese e pubblicati sul sito istituzionale di ciascuna camera di commercio – che dovranno essere adottati con decreto del Ministro dello sviluppo economico entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto.

Qualora si utilizzi questi ultimi modelli, il compenso per l’attività notarile è determinato in misura non superiore a quello previsto mediante applicazione dei parametri giudiziali per i compensi professionali dei notai, ridotto alla metà.

La pubblicità di dati e atti societari avviene attraverso il registro delle imprese in modalità digitale: si prevede che gli atti e i dati concernenti società di capitali siano conservati nel registro delle imprese in forma digitalizzata.

In un prossimo decreto del Ministro dello sviluppo economico, che dovrà essere adottato entro 12 mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto legislativo, previo parere del Garante privacy, saranno individuate le modalità di dettaglio per l'interscambio dei dati mediante il sistema di interconnessione dei registri nonché con riferimento all'interscambio dei dati.

Il nuovo Decreto n. 183/2021 - pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 284 del 29 novembre 2021 - entrerà in vigore il 14 dicembre 2021.

Allegati