Telefisco 2020. Iper ammortamento con prenotazioni rigenerate

Pubblicato il


Telefisco 2020. Iper ammortamento con prenotazioni rigenerate

Nel corso di Telefisco 2020 sono state fatte alcune precisazioni sugli investimenti oggetto di iper ammortamento, alla luce del passaggio al nuovo credito d’imposta di cui alla Legge di Bilancio 2020 (L. n. 160/2019).

Il susseguirsi delle discipline in merito all’iper e super ammortamento ha fatto sorgere alcuni dubbi nel caso in cui l’investimento venga prenotato - con ordine confermato dal fornitore e acconto del 20% - entro un certo momento previsto dalla norma, ma di fatto effettuato in un periodo successivo, quando è in vigore un’altra normativa.

Un esempio concreto potrebbe essere quello di un bene 4.0, prenotato con ordine e acconto del 20% a fine 2018, che viene consegnato nel 2020.

Iper ammortamento. Prenotazioni rigenerate per investimenti a cavallo di agevolazione

La risposta fornita dall’Agenzia delle Entrate consente di “salvare” tutti quegli investimenti prenotati (ordine e acconto 20%) con una disciplina, ma realizzati oltre il limite temporale previsto da quella norma, ossia quando è già in vigore l’agevolazione successiva.

Secondo l’Agenzia, infatti, la “prenotazione” dei beni iperammortizzabili effettuata nel 2018, senza consegna entro il termine ultimo del 31 dicembre 2019, si rigenera in quest’ultimo anno, come prenotazione di quest’ultimo esercizio con possibilità di sfruttare la coda dell’agevolazione nel 2020, ossia l’iper ammortamento a scaglioni previsto dalla Legge n. 145/2018.

La stessa regola dovrebbe valere anche per il super ammortamento, cioè applicarsi anche agli investimenti superammortizzabili prenotati nel 2018 con la Legge n. 205/2017, che vengono effettuati però nel primo semestre 2020. Grazie alla rigenerazione della prenotazione 2018 in una nuova prenotazione del 2019, si potrà usufruire del super ammortamento del 30% con tetto a 2,5 milioni di euro.

Allegati Anche in
  • edotto.com – Edicola del 14 novembre 2019 - Piano Impresa 4.0. MiSE, sostituire super e iperammortamento – Pichirallo